Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Esclusiva / Aversa – Che ricottificio i lavori pubblici. Alla gara d’appalto per il sedile di San Luigi parteciparono tre imprese targate De Cristofaro-Gabriele Costanzo. Sagliocco l’ha revocata e perciò gli fanno la guerra


      Lo spunto per questo approfondimento ci è fornito da due recenti articoli pubblicati su Cronache di Caserta, già Corriere di Caserta. Aversa - Ci ha molto incuriosito la pubblicazione di due articoli da parte di Corriere di Caserta che solo apparentemente sono scollegati tra di loro, ma che in realtà hanno un’intima relazione. L’ultimo […]

    Nelle foto, da sinistra, Gianpaolo Dello Vicario, Gino Della Valle e Gabriele Costanzo

     

    Lo spunto per questo approfondimento ci è fornito da due recenti articoli pubblicati su Cronache di Caserta, già Corriere di Caserta.

    Aversa - Ci ha molto incuriosito la pubblicazione di due articoli da parte di Corriere di Caserta che solo apparentemente sono scollegati tra di loro, ma che in realtà hanno un’intima relazione. L’ultimo articolo è stato pubblicato l’altro ieri, lunedì e parla degli interessi significativi coltivati da alcune società di costruzioni negli anni delle amministrazioni precedenti.

    Tra queste imprese ricorre costantemente il nome della D&C Costruzioni che fa riferimento all’imprenditore Domenico De Cristofaro e al consigliere comunale Gabriele Costanzo. In passato la segnalazione sulla concentrazione anomala di incarichi diretti, attraverso il sistema del cottimo fiduciario aveva impegnato l’iniziativa del consigliere comunale Paolo Santulli.  Di quella iniziativa il Corriere di Caserta dà conto pubblicando un elenco da cui risultano affidamenti dati alla D&C, anche due  alla volta nello stesso giorno e, letteralmente, a dozzine nel mese di dicembre del 2010. E sempre in quel mese di dicembre, quando non è la D&C ad acquisire l’affidamento, questo va ad appannaggio della Cyoffer di Attilio Ferrara e di cui, manco a dirlo, è socio Giuseppe De Cristofaro, fratello di Mimmo De Cristofaro, sodale in affari di Gabriele Costanzo. In poche parole, un vero e proprio asso pigliatutto, con tutti i soldi (tanti soldi) che finiscono sempre nelle stesse tasche. Una somma che per quel mese di dicembre tocca la cifra di 200mila euro, che lievita a circa mezzo milione di euro grazie anche ad un altro colpo grosso di questa galassia di imprese: stiamo parlando dei lavori al sedile di San Luigi.

    In questo caso, non si tratta di un affidamento diretto, ma di una gara d’appalto. Si fa per dire, perchè alla gara d’appalto vengono invitate 5 imprese, ma effettivamente, della partita fanno parte solo 3 di esse.

    E chi sono queste tre imprese: la D&C di Mimmo De Cristofaro e di Gabriele Costanzo, l’impresa di Giuseppe De Cristofaro, fratello di Mimmo De Cristofaro e la terza impresa che fa capo alla moglie di uno dei due fratelli De Cristofaro.

    Nella Repubblica di Grenada, cioè in una delle repubbliche delle Bananas, una gara di questo tipo l’avrebbero annullata subito. Ad Aversa è rimasta in piedi per molti mesi, fino a quando la cosa è stata notata dal nuovo sindaco Sagliocco, il quale ha avvitato le procedure per l’annullamento, sollecitando il dirigente, l’avvocato Nerone a verificare la legittimità della procedura adottata. Quando scriviamo ogni giorno che le strisce blu non c’entrano niente e che le strisce blu non sono la causa scatenante di certe levate di scudi che si verificano dentro al gruppo del Pdl, ci riferiamo a queste cose. Il nuovo sindaco ha chiuso questo ricottificio ed ovviamente c’è chi gliela vuol far pagare.

    Post Scriptum: non giriamoci troppo intorno. Questi incarichi venivano dati dall’Utc e l’ultima firma era sempre quella del dirigente Ciro Navarra.

    Buona Notte.

    Gianluigi Guarino

    PUBBLICATO IL: 14 novembre 2012 ALLE ORE 23:21