Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    ESCLUSIVA, ARRIVANO I CARABINIERI – Bagarre e lite nella cooperativa di vigilanza Terra di Lavoro


        E’ successo stamattina, mercoledì, nel corso della riunione del Cda. Il neo presidente il marcianisano Lasco, secondo una prima ricostruzione avrebbe impedito la presenza dei componenti del collegio sindacale, i quali avrebbero telefonato in caserma. MADDALONI – Era una seduta del Consiglio di amministrazione, molto attesa perchè segnava l’esordio alla presidenza della cooperativa di […]

     

     

    Nella foto, i furgoni di Terra di Lavoro

    E’ successo stamattina, mercoledì, nel corso della riunione del Cda. Il neo presidente il marcianisano Lasco, secondo una prima ricostruzione avrebbe impedito la presenza dei componenti del collegio sindacale, i quali avrebbero telefonato in caserma.

    MADDALONI – Era una seduta del Consiglio di amministrazione, molto attesa perchè segnava l’esordio alla presidenza della cooperativa di vigilanza, Terra di Lavoro del vigile urbano di Marcianise, Lasco, imparentato con l’ex sindaco di Marcianise, oggi chiacchieratissimo componente del comitato direttivo dell’Asi, Filippo Fecondo, che ha sostituito al vertice della società il generale dell’esercito, il maddalonese Sansone

    Era attesa, perchè finalmente si sarebbe dovuto sviluppare un confronto autentico, sincero tra il Cda e i revisori dei Conti, allo scopo di sancire con precisione e in maniera veritiera l’autentica condizione in cui la cooperativa versa da un punto di vista economico finanziario.

    Ed invece è finita a schifezza.

    Dalle prime notizie che filtrano da ambienti interni a Terra di Lavoro, il Cda è terminato con l’arrivo dei carabinieri, allertati dai componenti del collegio sindacale che non sarebbero stati ammessi dal neo presidente Lasco alla riunione del Cda.

    Dunque, in questo modo, si è persa un’altra occasione per far conoscere ai dipendenti e all’opinione pubblica se è vero o non è vero che Terra di Lavoro è piena di debiti e se è vero o non è vero che Terra di Lavoro potrebbe fallire entro pochissimi mesi.

    Speriamo che presto, dai dirigenti della stessa arrivi un chiarimento pubblico che possa permettere a tutte le componenti interne, soprattutto ai dipendenti, che sono anche soci della cooperativa di capire e di partecipare al confronto sul futuro dell’azienda di vigilanza.

    G.G.

     

     

    PUBBLICATO IL: 2 ottobre 2013 ALLE ORE 15:29