Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Escluisva / MONDRAGONE – Schiappa come Augusto, rimborsa con fondi pubblici gli artisti che fanno satira contro Landolfi, Cennemi e…


    500 euro a Publi Art. Polemiche dopo la pubblicazione di una vignetta che invita al silenzio il deputato, l’ex sindaco e altri esponenti dell’opposizione Salve sign. Direttore, vi scrivo per comunicarvi una piccola scorrettezza fatta dall’amministrazione Schiappa. Infatti, con delibera n°102 del 12 Novembre (che trova in allegato a questa e-mail), l’amministrazione ha concesso patrocinio […]

    Nella foto, la vignetta contro Landolfi e i politici antagonisti a Schiappa

    500 euro a Publi Art. Polemiche dopo la pubblicazione di una vignetta che invita al silenzio il deputato, l’ex sindaco e altri esponenti dell’opposizione

    Salve sign. Direttore,

    vi scrivo per comunicarvi una piccola scorrettezza fatta dall’amministrazione Schiappa. Infatti, con delibera n°102 del 12 Novembre (che trova in allegato a questa e-mail), l’amministrazione ha concesso patrocinio economico per euro 500 ad una agenzia di servizi multimediali mondragonese [https://www.facebook.com/photo.php?fbid=493298234034079&set=a.120013301362576.12300.100000617199915&type=1&theater] per la redazione dell’agenda annuale. Purtroppo non ne ho, al momento, ancora una copia; ma ho potuto visualizzare quella di un amico.

    Ebbene, nelle ultime pagine, c’è un disegno satirico di due pagine (a firma di Pasquale Sorrentino) riportante da un lato (il sinistro) le caricature del Sindaco Schiappa, del vicesindaco Bertolino e dell’assessore Pellegrino, con il popolo che invoca il silenzio [sssss] ed un “lasciamoli lavorare”… e fin qui. Il problema è che, nella parte destra, ci sono le caricature, tutte insieme, dell’onorevole Mario Landolfi (in posizione sovrastante), con sotto l’ex sindaco Cennami, il consigliere Napolitano ed il consigliere Fusco, con le persone che dormono [zzzzz]. A tal punto si starà chiedendo: e quindi?. Niente di che, per l’amor di Dio, se non fosse per i SLURP e GNAM che, insieme agli BLA BLA BLA contornano la parte destra del disegno. Evidentemente qualcuno cerca di alludere che, tra quelli a destra, v’è chi fa solo chiacchiere, chi “ha mangiato”, e chi “si sta leccando i baffi”. Detto ciò, mi domando e mi chiedo: può una amministrazione utilizzare soldi dei cittadini per fare “politica di parte” in quella che dovrebbe essere un’agenda per tutti? E può, chi ha fatto quella agenda, fare “politica diffamatoria” utilizzando i soldi anche della parte di cittadini che è stata offesa dallo “zzzzz” ad indicare che dorme?

    Fino ai “bla bla bla” siamo ancora nel pensiero politico. Il resto, però, è una forte accusa, da chi, come si evince da ciò che disegna, è, come comprova la delibera dei 500 euro, quello che ha mangiato e che si sta leccando i baffi per quello che mangerà. Prima di parlare di Landolfi, bisognerebbe sapere i fatti… perché dell’onorevole tutto si può dire, ma CERTAMENTE non che abbia mangiato dato che, se proprio la si vuol dire tutta, ha fatto, e fa ancora, il possibile affinché Mondragone diventi un luogo dove tutti possono “mangiare” da sé, e non per grazia ricevuta.

    Vi chiedo di verificare questa informazione e, se ritenete opportuno, chiedere al signor Sorrentino se se la sente a mezzo stampa sul vostro giornale (che è ad oggi il più letto dai mondragonesi) di farci capire sulla base di quali informazioni o presunte tali si permette, assumendosi la responsabilità, di alludere a sgradevoli e diffamatorie accuse utilizzando i soldi dei cittadini.


    Lettera Firmata

     

    La Replica di Casertace – Nemmeno la festività del Natale ha reso i politici mondragonesi più buoni. Anzi tensioni e liti politiche si respirano ancora nell’aria. Schiappa, in base a quanto ci ha segnalato “un ammiratore” del direttore Guarino, ha deciso di vestire gli abiti, visto che abita nella cittadina del villino sinuessano di Cicerone, di Ottaviano Augusto, facendo uso del mecenatismo.

    La satira è tutelata dalla Costituzione… anche quando è “cattivella”. E questa volta a vestire i panni dei poeti e degli “artisti del palazzo” sono stati quelli di Publi Art, che con tanto di delibera di giunta (CLICCA QUI PER LEGGERLA) si sono visti accreditare 500 euro quale rimborso spese e nel contempo avrebbero pubblicato una vignetta sul loro inserto, che sta animando il dibattito politico e che ha offeso anche i seguaci del parlamentare Mario Landolfi e non solo.

    Dai volantini si è passati alle vignette. La politica mondragonese, in questo caso fa uso anche di questi strumenti per lanciare messaggi. Schiappa, con la sua giunta ha inaugurato la serie. Bisognerà vedere quale sarà la risposta.

    Intanto, noi di Casertace, non crediamo che una vignetta possa turbare più di tanto gli elettori e le elettrici di Mondragone. Un parlamentare, un’amministrazione comunale, i candidati si giudicano per l’impegno assunto e per il lavoro eseguito. Quindi è lì che si deve concentrare l’attenzione dei lettori, non sulla satira, sui volantini, sulle battute, in quanto innanzi ai drammi sociali, ambientali, politici e territoriali non si può sempre “sorridere”.

    Massimiliano Ive

     

     

    PUBBLICATO IL: 31 dicembre 2012 ALLE ORE 9:46