Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Due tonnellate di fuochi d’artificio ad un passo da Aversa. Poteva essere disastro: 7 in manette


      L’operazione dei Carabinieri nell’area confinante di Melito. Nella “santa barbara” si lavorava senza precauzioni Melito - I carabinieri hanno scoperto un deposito con due tonnellate di fuochi d’artificio a Melito di Napoli, in un’area confinante con la cittadina di Aversa. Sette le persone sono state arrestate dai militari di Giugliano in Campania e dai colleghi del […]

     

    L’operazione dei Carabinieri nell’area confinante di Melito. Nella “santa barbara” si lavorava senza precauzioni

    Melito - I carabinieri hanno scoperto un deposito con due tonnellate di fuochi d’artificio a Melito di Napoli, in un’area confinante con la cittadina di Aversa. Sette le persone sono state arrestate dai militari di Giugliano in Campania e dai colleghi del nucleo artificieri di Napoli con l’accusa di detenzione e commercio illegale di materiale esplodente di genere vietato. Si tratta di Gaetano Orta e Antonio Pezzella, di 20 e 24 anni, entrambi incensurati, Stefano Orta, 42 anni, Pietro Di Perna, 28 anni, Giuseppe Saviano, 23 anni, Stefano Mangiacapra, 72 anni e Domenico Russo, 42 anni, questi ultimi cinque tutti gia’ noti alle forze dell’ordine.

    I militari sono intervenuti dopo avere notato Gaetano e Stefano Orta vendere, per 600 euro, 30 chilogrammi di fuochi d’artificio a Di Perna, Saviano e Pezzella. Il materiale esplodente e’ stato sequestrato e poi sono scattate le indagini che hanno permesso di individuare un deposito nella disponibilita’ di Mangiacapra e Di Russo – anche loro arrestati – contenente due tonnellate di fuochi d’artificio illegali.

    Accertato che nella ”santa barbara”, si lavorava senza precauzioni, esponendo la zona circostante il deposito a gravi pericoli di esplosione. Per il sequestro in sicurezza dei ‘botti’ illegali (appartenente alla IV e V categoria) sono stati fatti intervenire sul posto gli artificieri antisabotaggio del comando provinciale di Napoli.

    PUBBLICATO IL: 20 ottobre 2012 ALLE ORE 11:25