Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Centrale della droga scoperta a VILLA LITERNO. In galera un ras, uno spacciatore e un minorenne


    11mila euro di marihjuana sequestrata dai carabinieri del reparto territoriale di Aversa e dai colleghi di VILLA LITERNO E VILLA DI BRIANO VILLA DI BRIANO E VILLA LITERNO - I Carabinieri del Reparto Territoriale di Aversa – Sezione Operativa del Nucleo Operativo e Radiomobile, in collaborazione con il personale delle locali stazioni, hanno arrestato, in […]

    11mila euro di marihjuana sequestrata dai carabinieri del reparto territoriale di Aversa e dai colleghi di VILLA LITERNO E VILLA DI BRIANO

    VILLA DI BRIANO E VILLA LITERNO - I Carabinieri del Reparto Territoriale di Aversa – Sezione Operativa del Nucleo Operativo e Radiomobile, in collaborazione con il personale delle locali stazioni, hanno arrestato, in flagranza per reato di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti Bernardo Morza, 42enne, residente a Villa Literno, il cittadino albanese  Koleci Altin, classe 36enne, domiciliato a Villa di Briano e un terzo giovane minore.

    I militari dell’Arma hanno sorpreso Koleci in via Apuleo di Villa di Briano  mentre consegnava a Morza, un involucro in cellophane contenente sostanza stupefacente del tipo “marijuana”, per complessivi grammi 1.065. La successiva perquisizione domiciliare presso l’abitazione di Morza, ubicata a Villa Literno, ha consentito di rinvenire, abilmente occultati in un serbatoio vuoto custodito nel garage, ulteriori grammi 70  di sostanza stupefacente del tipo “marijuana”, 160 bustine in plastica monodose ed un bilancino elettronico di precisione. Nella circostanza è stata altresì acclarata la presenza in loco di diversi acquirenti, tutti identificati. Gli avventori  si sono rivolti al terzo arrestato minore, presente in loco, per l’acquisto di “marijuana”. Tutta la sostanza stupefacente rinvenuta, del valore complessivo di € 11.000, è stata sottoposta a sequestro.  Morza e Koleci, pertanto, sono stati associati presso la casa circondariale di Napoli Poggioreale, mentre il minore è stato accompagnato presso il centro di prima accoglienza di Napoli-Colli Aminei, come rispettivamente disposto dall’Autorità Giudiziaria competente.

    PUBBLICATO IL: 6 novembre 2013 ALLE ORE 19:45