Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Castel Volturno / Tassa Zanzara, Papararo si accorda con Contarino per l’eliminazione dell’imposta del Consorzio di bonifica e attacca: “Oggi le petizioni popolari sono inutili”


    Incontro con il commissario prefettizio sul Puc e sul Consorzio di Bonifica. In calce all’articolo la nota dell’ex esponente della Nuova Democrazia Cristiana Castel Volturno - La storia delle cartelle pazze del Consorzio di Bonifica rappresenta, da sempre, a Castel Volturno una sorta di telenovelas con 2500 / 3000 puntate. In poche parole una storia […]

    Nelle foto, da sinistra, Daniele Papararo, Dimitri Russo e Antonio Contarino

    Incontro con il commissario prefettizio sul Puc e sul Consorzio di Bonifica. In calce all’articolo la nota dell’ex esponente della Nuova Democrazia Cristiana

    Castel Volturno - La storia delle cartelle pazze del Consorzio di Bonifica rappresenta, da sempre, a Castel Volturno una sorta di telenovelas con 2500 / 3000 puntate. In poche parole una storia infinita. Oggi, a partire dal movimento di Futuro e Libertà di Vincenzo Gatta, al Pd di Peppe Scialla e Dimitri Russo, comprendendo in questo gruppo di rappresentanti politici che da sempre si interessano al caso, anche Daniele Papararo e gli ex della Nuova Democrazia Cristiana, sono scesi in campo per ottenere lo stesso risultato che hanno  già raggiunto comuni come Cancello ed Arnone, Mondragone e così via.

    Daniele Papararo, ci ha scritto e ha precisato che ieri, giovedì 18 ottobre, si è tenuto un incontro con il commissario prefettizio, Antonio Contarino per discutere di Puc e di cartelle pazze del Consorzio di Bonifica. Il commissario, in tale frangente si sarebbe assunto l’impegno di richiedere l’eliminazione della “tassa zanzara”. Innanzi a questa presa di posizione dell’Ente, l’ex leader della Democrazia Cristiana, Papararo, ha giudicato inutile, se non speculativa l’iniziativa della petizione popolare contro la “tassa zanzara”.

    In calce all’articolo, pubblichiamo il comunicato stampa di Daniele Papararo, in cui spiega le ragioni politiche dell’inutilità della petizione popolare.

    Massimiliano Ive

    QUI SOTTO LA NOTA INTEGRALE DI DANIELE PAPARARO SUL CASO CONSORZIO DI BONIFICA 

    L’ottobre del 2006 il gruppo Consiliare della Democrazia Cristiana chiedeva ed otteneva una Seduta di Consiglio Comunale a porte aperte per il problema riguardante le “Cartelle Pazze”. Il 30/11/2006, con delibera di consiglio comunale n.40, su proposta della Democrazia Cristiana, l’.Amm. di sinistra guidata da Nuzzo, di cui faceva parte l’attuale Partito Democratico con Russo Dimitri ed altri consiglieri, assunse l’impegno di adottare tutte le iniziative di Sua competenza utili a far cessare l’azione vessatoria del Consorzio di Bonifica nei confronti dei cittadini di Castel Volturno, con il risultato che è sotto gli occhi di tutti, cioè il nulla. Proprio ieri ho avuto un incontro con Il Commissario Contarino con il quale abbiamo discusso del P.U.C. ma anche dell’ingiusta tassa di bonifica e sono stati presi precisi impegni che daranno sicuramente risultati positivi, cioè l’eliminazione di questa tassa non dovuta. Le petizioni su tale problema le abbiamo fatte già qualche anno fa. Farle oggi significa solo non avere alcuna iniziativa politica da proporre o forse peggio ancora il tentativo di speculare su questa ingiusta tassa per qualche motivo professionale. Ma vi è di più. Lo stesso gruppo della Democrazia Cristiana ( Daria Giuseppe, Di Bona Alfonso ecc.) nello stesso periodo promosse una interpellanza parlamentare e successivamente assicurò assistenza legale gratuita per impugnare le Cartelle Pazze ottenendo l’accoglimento di tutti i ricorsi proposti. Qualche ricorso respinto a Caserta in sede di primo giudizio è stato proposto ed accolto a Napoli in sede di secondo giudizio. Oggi l’impegno continua e la soluzione del problema è vicina con gli imminenti provvedimenti che assumerà il Commissario nei confronti del Consorzio di Bonifica.

    CastelVolturno 19/10/2012 arch. Daniele Papararo

     

     

     

     

    PUBBLICATO IL: 19 ottobre 2012 ALLE ORE 13:00