Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Castel Volturno / I sindaci della riviera domizia si ricordano che esiste l’Ente Riserve, riunione programmatica col presidente Usai. I casertani tutti presenti!


      Dopo due anni di battaglie e di avvicendamenti controversi, forse il carrozzone regionale che gestisce il patrimonio naturale di Mondragone, Castel Volturno, Falciano del Massico, di Licola e Villa Literno, si gioca una possibilità di sviluppo riconosciuto dagli enti locali Castel Volturno - Dopo 2 anni di battaglie, dopo un mare di articoli e […]

    Nelle foto, da sinistra, Alessio Usai, Giovanni Schiappa e Nicola Tamburrino

     

    Dopo due anni di battaglie e di avvicendamenti controversi, forse il carrozzone regionale che gestisce il patrimonio naturale di Mondragone, Castel Volturno, Falciano del Massico, di Licola e Villa Literno, si gioca una possibilità di sviluppo riconosciuto dagli enti locali

    Castel Volturno - Dopo 2 anni di battaglie, dopo un mare di articoli e dopo tante storie raccontate sull’Ente Riserve foce del Volturno, Costa Licola, Lago di Falciano, finalmente i rappresentanti istituzionali casertani, stiamo parlando degli amministratori dei comuni che rientrano nel comprensorio delle riserve regionali della fascia costiera domiziana, si sono ricordati che esiste un organo che tutela e preserva quel piccolo patrimonio naturale che non è stato ancora saccheggiato.

    Grazie al lavoro certosino iniziato un biennio fa, dall’ente riserve, grazie alla mobilitazione di alcuni cittadini, che hanno costituito poi un’associazione, Le Sentinelle, nonchè grazie alle capacità diplomatiche del nuovo presidente della comunità della Riserva, Alessio Usai, i sindaci, commissari e amministratori dei comuni di Falciano del Massico, nella persona dell’assessore Salvatore Sorvillo, di Castel Volturno, in quella del commissario Maurizio Alicandro, di Mondragone, rappresentato dal sindaco Giovanni Schiappa, di Villa Literno, nella persona del sindaco Nicola Tamburrino, e della Provincia di Caserta, rappresentata dall’assessore Paolo Bidello, si sono seduti attorno al tavolo dell’Ente Riserve Foce del Volturno per discutere appunto delle problematiche e degli impegni da assumere verso questo istituto regionale che palesa numerose difficoltà organiche e strutturali, ma che ha, nel contempo delle variegate potenzialità. Ad annunciare questo primo risultato positivo della sua gestione, il presidente Usai, che assieme al funzionario Traettino, stranno lavorando per dare corpo ad un nuovo programma di riqualificazione e di risanamento delle riserve che rientrano in questo organo regionale.

    La notizia di per sè va presa come un fatto storico, in quanto quelle sedie e quei tavoli vuoti della sede dell’Ente Riserve di Castel Volturno, sono diventati solo un ricordo, almeno speriamo.

    M.I.

    PUBBLICATO IL: 30 novembre 2012 ALLE ORE 9:36