Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CASTEL VOLTURNO – Approvato dai commissari prefettizi il Bilancio di Previsione. ECCO ALIQUOTE E TASSE


      Il 28 novembre scorso con i poteri del Consiglio comunale la triade ha elaborato uno schema di bilancio per un comune in regime di dissesto finanziario CASTEL VOLTURNO - La triade commissariale del Comune di Castel Volturno, diretta da Antonio Contarino ha approvato lo schema di Bilancio di Previsione, con i poteri, ovviamente del […]

    Nella foto a sinistra, Antonio Contarino e a destra il Comune di Castel Volturno

     

    Il 28 novembre scorso con i poteri del Consiglio comunale la triade ha elaborato uno schema di bilancio per un comune in regime di dissesto finanziario

    CASTEL VOLTURNO - La triade commissariale del Comune di Castel Volturno, diretta da Antonio Contarino ha approvato lo schema di Bilancio di Previsione, con i poteri, ovviamente del consiglio comunale. Secondo le stime esplicitate, il Bilancio di Previsione per un comune che è stato assoggettato al regime del dissesto finanziario, risulta caratterizzato da entrate tributarie pari a 12.300.000 euro circa e da entrate extratributarie pari a circa 14.700.000 euro circa, le quali hanno come contraltare delle significative uscite , per spese correnti, pari a circa 27,7 milioni di euro.

    In calce all’articolo pubblichiamo nel dettaglio i link delle delibere riguardanti appunto lo schema di Bilancio e i rispettivi atti che hanno reintrodotto per il 2013 la Tares e l’Imu. Infatti, con l’approvazione dello schema del Bilancio di Previsione, vengono definite anche le tariffe che peseranno e saranno a carico, ovviamente dei cittadini di Castel Volturno.

    Per quanto riguarda la Tares, quindi della Tariffa per i servizi sull’Igiene Ambientale (regime fiscale adottato dall’Ente in sostituzione della Tarsu) è prevista una maggiorazione dello 0,30/mq per i cosiddetti servizi indivisibili (illuminazione pubblica, manutenzione del verde e delle strade, ecc.), che per l’anno 2013 deve essere versata direttamente allo Stato.

    Mentre per quanto concerne l’Imu, è stato previsto e fissato un aumento dello 0,30%  rispetto all’aliquota stabilita dallo Stato quale aliquota base(aliquota vigente 1.06%). Mentre sull’Abitazione Principale è stato fissato un aumento dello 0,2% rispetto all’aliquota stabilita dallo Stato, (aliquota vigente 0.60%).

    Max Ive

     

    CLICCA QUI PER LEGGERE LA DELIBERA SUL BILANCIO

    CLICCA QUI PER LEGGERE LA DELIBERA SULLA RIPROPOSIZIONE DELLA TARES

    CLICCA QUI PER LEGGERE LA DELIBERA SULLE TARIFFE IMU

    PUBBLICATO IL: 29 novembre 2013 ALLE ORE 14:09