Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    GIALLO SKATEPARK A MONDRAGONE, Soprintendenza o non Soprintendenza ambientale: questo è il problema. Occorreva il nulla osta?


    Torna in primo piano la questione dell'opera subappaltata alla ditta di Davide Di Lorenzo.

    Di Lorenzo

    MONDRAGONE – Torniamo sulla questione Skatepark a Mondragone. Ve la ricordate? Se non ve la ricordate cliccate qui:il caso skatepark. Perchè abbiamo deciso di ritornare su questa vicenda…? Intendiamo farlo in quanto ancora oggi non siamo riusciti a comprendere o a sapere, nonostante sia stata presentata un’interpellanza ispettiva, firmata dal consigliere Giuseppe Piazza, se l’opera in questione doveva ricevere o se ha il nulla osta della Soprintendenza competente.

    Qualche tempo fa nell’inciso inviato a Casertace, Piazza precisò: “Ma vi è di più, la zona è sottoposta a vincolo paesaggistico-ambientale così come tutto il litorale mondragonese e – da notizie attinte presso l’Ente – pare che non sia stato richiesto il necessario nulla osta alla Soprintendenza ai Beni Ambientali. La cosa, se vera, suonerebbe strana atteso che l’impianto a farsi si affaccia sul Lungomare Camillo Federico oggetto di riqualificazione qualche anno addietro e, proprio in virtù del vincolo paesaggistico-ambientale, si rese necessaria l’autorizzazione alla competente Soprintendenza”.

    Bene, mentre in città impazza il controllo dei sacchetti della spazzatura, non si riesce a comprendere se per l’intervento subappaltato alla notissima ditta di Davide Di Lorenzo,  debba avere…, non avere questo benestare della Soprintendenza competente e se la stessa magari lo abbia già dato.

    Per il momento ci fermiamo qui, in attesa di conoscere ulteriori risvolti, che con ogni probabilità saranno oggetto di un confronto politico anche in seno al prossimo Consiglio comunale.

    Max Ive

     

    PUBBLICATO IL: 3 aprile 2014 ALLE ORE 17:25