Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    LE FOTO CASERTA. Terrore davanti la REGGIA. In sei rapinano, brandendo coltelli e bottiglie rotte, due ragazzi: tre finiscono in manette


    L'operazione è stata eseguita dagli agenti della squadra Volante della città capoluogo

    Nella foto Sarnelli, M. Merola e S.Merola

    Nella foto Sarnelli, M. Merola e S.Merola

    CASERTA - Ieri sera, a mezzanotte circa, il personale della squadra Volante della Questura di Caserta, diretto dal V. Q. A. Dr. Riccardo Di Vittorio, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio finalizzati alla prevenzione dei reati di criminalità diffusa, durante i quali, specialmente nei fine settimana, particolare attenzione viene data ai luoghi ove maggiormente vengono registrati  reati contro il patrimonio, quali le rapine, ha tratto in arresto  3 persone per concorso in rapina aggravata, consumata nei giardini siti di fronte alla Reggia di Caserta, in danno di due giovani.

    In particolare il personale operante nel  transitare in questa Piazza Dante, è stato contattato da una coppia di ragazzi, rispettivamente  di 25 e 20 anni, i quali hanno riferito che pochi minuti prima, in questa Piazza Carlo III, avevano subito una rapina da un gruppo di ragazzi, uno dei quali armato di coltello.

    Gli stessi hanno dichiarato che, mentre si trovavano nei giardini di fronte alla Reggia di Caserta, venivano avvicinati da tre persone che  intimavano loro di consegnare tutto quello che avevano, sotto la minaccia di un coltello impugnato dal più anziano e nel frattempo si avvicinavano altri tre ragazzi, complici dei predetti malfattori, dei quali uno stringeva una bottiglia di vetro rotta con la quale  minacciava ulteriormente i giovani.

    A questo punto dopo aver consegnato ai malfattori i loro telefonini cellulari, è stato loro intimato di dare anche i soldi. I ragazzi, impauriti, avevano acconsentito, consegnando quanto in loro possesso e cioè la somma di 55 euro, ma  nel contempo avevano chiesto ai rapinatori di poter estrarre le SIM dai cellulari, riottenendo i cellulari.

    Mentre i ragazzi stavano prelevando le SIM, alcuni passanti stavano per avvicinarsi a loro, per cui i malfattori si davano velocemente alla fuga allontanandosi in direzione della stazione ferroviaria, facendo così perdere le loro tracce.

    I rapinati, a questo punto, immediatamente si dirigevano verso Piazza Dante per chiedere aiuto.

    Qui si trovavano i poliziotti della Volante  ai quali  riferivano l’accaduto, fornendo anche un’accurata descrizione  dei rapinatori.

    I poliziotti, dopo aver invitato i ragazzi a recarsi in Questura per sporgere la denuncia,  immediatamente si sono diretti a Piazza Garibaldi, ove all’interno della stazione ferroviaria, hanno individuato e bloccato tre persone, le cui descrizioni corrispondevano a quelle fornite dai ragazzi.

    Questi, identificati per  Massimo MEROLA, nato a Vitulazio, del 1974, residente a Marcianise al rione Santella, pluripregiudicato con precedenti specifici, Federico SARNELLI, nato a Santa Maria Capua Vetere, 21enne, ed ivi residente, pregiudicato e Salvatore  MEROLA, nato e residente a Santa Maria Capua Veter, 19enne, anch’egli pregiudicato, sono stati condotti in Questura per gli accertamenti del caso.

    Qui, sono stati immediatamente riconosciuti dai ragazzi derubati, quali  facenti parte del gruppo di sei persone che li avevano poco prima rapinati.

    Per quanto sopra i tre delinquenti sono stati tratti in arresto per concorso in rapina aggravata e, al termine degli accertamenti di rito, su disposizione dell’A.G. procedente, sono stati associati presso la casa circondariale di San Tammaro.

    L’operazione, condotta dagli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale della Questura di Caserta, rappresenta una efficacia e concreta risposta al preoccupante  fenomeno delle rapine consumate negli ultimi tempi nei giardinetti antistanti la Reggia di Caserta,  in particolar modo nei fine settimana, tutte in danno  di giovani ragazzi.

    PUBBLICATO IL: 5 aprile 2014 ALLE ORE 18:49