Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    IL VIDEO-BLITZ dei Carabinieri nella Reggia di CASERTA dello spaccio. Arrestato pusher in mezzo a centinaia di ragazzi


          L’arrestato nascondeva 54 grammi di Mariyana. L’operazione è stata eseguita dai  Carabinieri della Compagnia di Caserta che in questi giorni hanno attivato numerosi controlli per reprimere gli episodi illeciti che ripetutamente si sono consumati presso l’area del monumento Vanvitelliano. NELL’ARTICOLO  IL VIDEO DELLE OPERAZIONI   CASERTA – Immediata risposta dei Carabinieri al degrado della […]

     

     

    Nella foto la droga e i soldi sequestrati dai Carabinieri

     

    L’arrestato nascondeva 54 grammi di Mariyana. L’operazione è stata eseguita dai  Carabinieri della Compagnia di Caserta che in questi giorni hanno attivato numerosi controlli per reprimere gli episodi illeciti che ripetutamente si sono consumati presso l’area del monumento Vanvitelliano. NELL’ARTICOLO  IL VIDEO DELLE OPERAZIONI

     

    CASERTA – Immediata risposta dei Carabinieri al degrado della movida cittadina nei pressi alla Reggia.

    Dalle prime ore del 09 aprile u.s. i militari della Compagnia Carabinieri di Caserta, guidati dal Cap. Raffaele ROMANO, hanno avviato una serie di controlli del territorio che accompagneranno il centro cittadino per i prossimi giorni, al fine di garantire il clima di sicurezza nella popolazione e dei migliaia di turisti che giornalmente, specie nel periodo primaverile, raggiungono il capoluogo per visitare una delle principale bellezze architettoniche del Paese. Per l’occasione sono state impiegate decine di pattuglie automontate, motomontate ed  appiedate, sia in uniforme che in borghese che hanno portato ad immediati ed importanti risultati operativi.

     

    Proprio nei pressi del monumento Vanvitelliano, è stato arrestato un giovane 24enne del Mali trovato in possesso di 54 grammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana pronta per smerciarla agli avventori o giovani turisti in visita alla Reggia. Nel corso dell’arresto è stata sequestrata anche la somma di € 230,00 in banconote di vario taglio, verosimilmente  provento dell’illecita attività, nonché  materiale per il confezionamento rinvenuto presso l’abitazione del soggetto a seguito di perquisizione domiciliare.

    A confermare che l’area a ridosso della Reggia di Caserta  è stata ultimamente prescelta, da alcuni giovani, come luogo per allestire una piazza di spaccio lo testimoniano anche i risultati conseguiti dai militari dell’Arma che, nel corso degli ultimi giorni, in quei paraggi hanno controllato diversi giovani trovandoli in possesso di piccole dosi di sostanza stupefacente del tipo hashish e marjuana. Nello specifico sono state sequestrate decine di dosi di stupefacente per un peso complessivo di oltre 10 grammi e tutti i predetti ragazzi sono stati segnalati alla competente Prefettura ex art. 75 del DPR 309/90. Sempre nei pressi della Reggia, l’8 novembre 2012, gli stessi carabinieri della Compagnia di Caserta arrestarono 3 giovani per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente del tipo “hashish” e “marijuana”. In quell’occasione, i pusher, che avevano allestito la loro “piazza di spaccio” nell’area pubblica posta al lato della Reggia, furono bloccati ed arrestati dagli uomini dell’Arma che, nel corso dell’attività, sequestrarono gr.100 tra hashish e marijuana, rinvenuto in parte sul cordolo del “Monumento Vanvitelliano” e in parte a seguito di perquisizione domiciliare presso le abitazioni degli arrestati.

    Il servizio a largo raggio posto in essere in questi giorni, inoltre, ha riguardato anche un più generico controllo del territorio, con numerosi pattugliamenti e posti di controllo lungo le principali vie della città, a margine della Reggia, che hanno consentito di controllare oltre 100 veicoli e di identificazione circa 200 persone. Nello specifico sono state contestate circa 20 infrazioni al codice della strada e denunciati a piede libero due soggetti: uno per guida in stato di ebbrezza e l’altro in quanto trovato in possesso dell’assicurazione contraffatta. Importante, infine, è stato anche il pattugliamento aereo, effettuato con l’elicottero da parte dei militari dell’Arma, sull’intera città al fine di infondere maggior percezione di sicurezza  tra i cittadini e scoraggiare i malintenzionati.

     

    PUBBLICATO IL: 13 aprile 2013 ALLE ORE 19:15