Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CASERTA – Pregiudicato entra nel Decò di via Unità Italiana e ruba 4 bottiglie di amaro: arrestato


        L’operazione è stata condotta dalla squadra volante della polizia della questura di Caserta. La segnalazione è avvenuta stesso dal direttore dell’esercizio commerciale   CASERTA – Oggi, alle ore 12.30 circa, il personale della Squadra Volante della Polizia di Stato della Questura di Caserta, diretta dal V. Questore Agg. dr Riccardo Di Vittorio, nell’ambito […]

    Nella foto: Abraham Lico

     

     

    L’operazione è stata condotta dalla squadra volante della polizia della questura di Caserta. La segnalazione è avvenuta stesso dal direttore dell’esercizio commerciale

     

    CASERTA – Oggi, alle ore 12.30 circa, il personale della Squadra Volante della Polizia di Stato della Questura di Caserta, diretta dal V. Questore Agg. dr Riccardo Di Vittorio, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio finalizzati alla prevenzione dei reati di criminalità diffusa, ha tratto in arresto per furto aggravato un cittadino liberiano,  Abraham Lico, di 44 anni, in Italia senza fissa dimora, pregiudicato.

    In particolare, alle ore 12.30 il personale della Squadra Volante, su disposizione della Sala Operativa, sono giunti presso il Supermercato Deco’, sito in Via Unità Italiana, per una segnalazione di furto in atto. Giunti sul posto gli operatori hanno bloccato e tratto in arresto il   Abraham Lico che, poco prima, era stato sorpreso dal personale del supermercato in possesso di 4 bottiglie di “amaro Petrus”, che aveva sottratto e nascosto nel giubbino, del valore complessivo di circa 60 euro.

    Il direttore del punto vendita del supermercato Deco’, ha riferito che, attraverso le immagini riprese dalle telecamere di video-sorveglianza del circuito interno all’esercizio commerciale e proiettate sul monitor, posto all’interno del box informazioni, ha notato il sunnominato Abraham Lico occultare sotto il giubbotto quattro bottiglie di amaro “Petrus”, che all’atto del passaggio alla cassa non venivano pagate.

    Di fatti l’extracomunitario dopo aver pagato altre cose comprate, mentre stava uscendo dall’esercizio commerciale, veniva fermato dagli addetti al supermercato che gli hanno chiesto la restituzione delle bottiglie sottratte. L’uomo, in un primo momento ha negato ogni addebito e solo quando è stato messo alle strette, ha tirato fuori, da sotto il giubbotto, quanto asportato. Il direttore, dunque ha telefonato al 113 richiedendo l’intervento della Volante, che subito dopo giungeva. L’arrestato al termine delle formalità di rito è stato rinchiuso presso le camere di sicurezza della Questura, in attesa del giudizio per direttissima che si terrà  domani. Si rappresenta, inoltre, che lo straniero, da accertamenti esperiti, è risultato colpito da decreto di espulsione emesso dal Questore di Bergamo.

     

    PUBBLICATO IL: 13 gennaio 2014 ALLE ORE 19:25