Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    AGG 13,50 LE FOTO- CASERTA Panico in CORSO GIANNONE. Un dipendente minaccia di buttarsi dalla finestra. Zinzi non incontra i protestanti


      Venerdì prossimo l’ennesimo tavolo con Farina Briamonte e Di Domenico. Il pagamento delle spettanze è legato ai soldi che entreranno nel Cub dai comuni. Servizio di Giuseppe Tallino e Roberto Celentano Agg.13,50 – Gli agenti della Digos hanno parlato con Zinzi. I poliziotti hanno chiesto al presidente se fosse stato disponibile ad incontrare  i […]

     

    Nella foto il corteo partito da Corso Giannone e il sit in di protesta davanti al palazzo della Provincia

    Venerdì prossimo l’ennesimo tavolo con Farina Briamonte e Di Domenico. Il pagamento delle spettanze è legato ai soldi che entreranno nel Cub dai comuni.

    Servizio di Giuseppe Tallino e Roberto Celentano

    Agg.13,50 – Gli agenti della Digos hanno parlato con Zinzi. I poliziotti hanno chiesto al presidente se fosse stato disponibile ad incontrare  i lavoratori del Cub, ma l’ex parlamentare Udc ha declinato l’invito. Il presidente avrebbe sostenuto che  la competenza non è dell’ente che presiede ma di Napoli, quindi un incontro sarebbe stato alquanto inutile.

    Venerdì prossimo, nella sede di corso Giannone, a mezzogiorno, ci sarà un altro faccia a faccia tra gli ex dipendenti e i due commissari, Briamonte e Di Domenico, oggi assente. Solo allora si capirà quanti soldi entreranno nelle casse del Cub dai comuni e, di conseguenza, quante mensilità arretrate potranno essere erogate.

    Il gruppo dei manifestanti, adesso, si sta sparpagliando, ma i rappresentanti sindacali rassicurano: “Non ce ne andiamo, restiamo qua e giovedì protesteremo ancora” .

    Se per gli operatori parte del problema connesso alla chiusura del Cub è stato risolto con i passaggi di cantiere, la nota dolente, invece, è rappresentata dagli intercomunali e dagli impiegati. Quale sarà il loro futuro?

    Agg. 13,06 - L’unico ad incontrare gli operatori, per il momento, è stato Farina Briamonte. Il commissario è arrivato in corso Giannone, scortato dalla polizia, per comunicare agli ex dipendenti del Cub questo semplice messaggio: “Se non arrivano i soldi dai comuni  non possiamo pagarvi”. Di Domenico, invece, non ha  raggiunto il sit in di protesta.

    La zona è presidiata da Fianzieri, Carabinieri e agenti della Digos.Ora, il corteo, formato perlopiù da intercantieri e impiegati, si trova in corso Trieste, davanti l’ingresso della Provincia. La speranza è quella di interloquire con Zinzi.

    Agg. 12,57 - Il corteo di protesta si sta dirigendo verso il palazzo della Provincia in corso Trieste

    CASERTA - Aria tesissima nella sede del Cub di Caserta in corso Giannone. Per l’ennesima volta gli operatori del Consorzio stanno protestando per il mancato incasso delle spettanze arretrate. La strada è bloccata e presieduta dalla polizia. Un dipendente si è affacciato alla finestra minacciando anche di buttarsi giù qualora non gli venga garantito, in tempi brevi, il pagamento degli stipendi ancora non erogatigli.

    Farina Briamonte ha rinviato la risposta a lunedì, quando incontrerà il presidente Zinzi.

     

    Nella foto gli ex dipendenti del Cub diretti verso il palazzo della Provincia

    Nella foto i manifestanti so


    PUBBLICATO IL: 2 luglio 2013 ALLE ORE 12:38