Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CASERTA – Diagnosticarono in ritardo la meningite ad una bimba: otto medici dell’Ospedale Civile alla sbarra


      La bambina è rimasta tetraplegica in seguito al ritardo della diagnosi CASERTA - Nel 2010 otto medici dell’Ospedale civile di Caserta erano stati accusati per aver diagnosticato in ritardo una meningite ad una minorenne di Ischia , la quale è rimasta tetraplegica in seguito all’accaduto. La bambina si trovava all’epoca in visita presso un suo […]

     

    La bambina è rimasta tetraplegica in seguito al ritardo della diagnosi

    CASERTA - Nel 2010 otto medici dell’Ospedale civile di Caserta erano stati accusati per aver diagnosticato in ritardo una meningite ad una minorenne di Ischia , la quale è rimasta tetraplegica in seguito all’accaduto. La bambina si trovava all’epoca in visita presso un suo zio di Caserta, quando venne ricoverata d’urgenza presso il reparto pediatrico dell’Ospedale di Caserta, per poi essere trasferita al Cotugno di Napoli. Qui fu effettuata la diagnosi di meningite, anche se ormai era trascorso troppo tempo.

    Stamane, martedì, si è svolta per gli otto medici la seconda udienza dinanzi al giudice monocratico del tribunale di Caserta (sezione distaccata) Luciana Crisci . L’iter giudiziario non si è ancora concluso: il giudice ha stabilito nella sua sentenza una prossima udienza, che si terrà il 16 gennaio. In quella data dovranno presentarsi in aula i consulenti legali dell’accusa e della difesa.

    PUBBLICATO IL: 19 novembre 2013 ALLE ORE 16:33