Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CASERTA – Centinaia di migliaia di cittadini contro la camorra. All’appello però manca qualcuno


      Praticamente tutti: cittadini, professionisti, comitati, associazioni, istituzioni e anche associazioni di categoria al corteo pacifico per la vita. Presente anche Confimpresa Campania. Manca qualcuno? Diremmo proprio di si.     CASERTA - Oltre 100mila. Alcuni parlano di 200mila partecipanti. Una vera e propria ondata di persone che neanche la pioggia ha fermato e che […]

     

    Praticamente tutti: cittadini, professionisti, comitati, associazioni, istituzioni e anche associazioni di categoria al corteo pacifico per la vita. Presente anche Confimpresa Campania. Manca qualcuno? Diremmo proprio di si.

     

     

    CASERTA - Oltre 100mila. Alcuni parlano di 200mila partecipanti. Una vera e propria ondata di persone che neanche la pioggia ha fermato e che invece ha preso parte alla manifestazione di oggi pomeriggio, sabato, a Napoli.

    Tutti insieme per dire no alla camorra, per dire no al compromesso aziende – camorra – stato.

    La piazza ORA

    All’indomani di una manifestazione sulla legge di stabilità che ha visto staccarsi un gruppo di facironosi che ha provocato non pochi disagi e che ha richiesto l’intervento delle forze dell’ordine per sedare il lancio di pietre e gli atti vandalici che si stavano perpetrando, conclusa poi con il fermo di due manifestanti e con il ferimento di una decina tra poliziotti e carabinieri, quella di oggi è stata davvero una manifestazione pacifica.

    Un fime in piena, come si usa definirlo, pacifico che ha marciato da piazza Mancini a piazza del Plebiscito.

    La manifestazione ha visto la partecipazione di don Maurizio Patriciello e il dott.Antonio Marfella, “istituzioni” che hanno svegliato le coscienze di molti di noi, nonchè del cantante Nino d’Angelo.

    Anche da Caserta, in migliaia si sono riversati per le vie della città partenopea. Anche il Sindaco del Gaudio, con tanto di fascia tricolore, era presente insieme ad altri sindaci delle Province di Caserta e Napoli in marcia al seguito di confaloni delle città, nonostante le richieste del comitato abbiano insistito sulla non partecipazione di politici in veste ufficiali. Per questo motivo, infatti, tutti i Sindaci con i relativi confaloni sono stati posizionati alla metà del cordone. Il sindaco di Napoli de Magistris,senza fascia, ha aderito alla manifestazione come cittadino. A sostituirlo il vice Sindaco di Napoli; in marcia anche il comitato di Libera provinciale e il comitato don Peppe Diana con i referenti Gianni Solino e Valerio Taglione.

    Tante le associazioni e tanti i comitati che hanno aderito, oltre ai cittadini proveniente da tutta la Campania e non solo, come dimostrano alcune foto che alleghiamo all’articolo.

    In particolar modo, però, ci preme sottolineare la presenza di Confimpresa Campania, rappresentata da Vittorio Terracciano. E ci preme farlo perchè per noi è un segnale chiaro: le associazioni di categoria prendono posizioni ufficiali in merito allo sversamento dei rifiuti nelle nostre terre e amplificano così sempre più la nostra voce.

    Ora, però, aspettiamo anche noi, come tanti chiedono, una posizione ufficiale anche da Confindustria che, nonostante i rifiuti provengano da industrie e quindi dai soggetti che rappresenta, non ha ancora preso posizioni ufficiali.

    Nel frattempo, ci si prepara alla manifestazione nazionale del 6 dicembre a Roma.

    Fabrizio Arnone

    CLICCA QUI PER LEGGERE LA LETTERA DI ADESIONE DI CONFIMPRESA CAMPANIA

     

     

    PUBBLICATO IL: 16 novembre 2013 ALLE ORE 20:51