Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    VILLA DI BRIANO, pregiudicato 37enne arrestato: spacciava marijuana e cocaina


      L’operazione è stata effettuata dai Carabinieri di Caserta   Nella tarda serata di ieri, il personale della Squadra Mobile di Caserta diretta dal dott. Alessandro Tocco e della Sezione Distaccata di Casal di Principe diretta dal dott. Mario Grassia ha arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, Franco Necci, di 37 […]

    Nella foto Franco Necci

     

    L’operazione è stata effettuata dai Carabinieri di Caserta

     

    Nella tarda serata di ieri, il personale della Squadra Mobile di Caserta diretta dal dott. Alessandro Tocco e della Sezione Distaccata di Casal di Principe diretta dal dott. Mario Grassia ha arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, Franco Necci, di 37 anni, residente in Villa di Briano, pregiudicato.

    In particolare il personale operante ferma il Necci a bordo di un’automobile Fiat Grande Punto e poiché lo stesso mostra immediatamente agli operanti segni di nervosismo si decide di effettuare una perquisizione personale che viene estesa anche all’autovettura sulla quale viaggiava.

    La perquisizione permette, infatti, di rinvenire nel borsello che l’uomo porta a tracollo, sostanza stupefacente del tipo marijuana e cocaina e la somma di 250 euro, provento dell’attività di spaccio.

    Successivamente il personale operante arriva presso l’abitazione dell’uomo, sita in Villa di Briano, nella quale è stato rinvenuta altra sostanza stupefacente, nello specifico oltre 10 grammi di cocaina, già confezionata e suddivisa in dosi e circa 50 grammi di marijuana, oltre a tre bilancini di precisione utilizzati per il peso della sostanza, altro materiale per il confezionamento.

    Il Necci, pertanto è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e dopo le formalità di rito, associato presso la casa circondariale di Poggioreale a disposizione dell’Autorità Giudiziaria

    Proseguono, intanto, senza sosta i servizi disposti dalla Questura di Caserta finalizzati al contrasto del dilagante fenomeno dello spaccio di sostanza stupefacente che attualmente risulta essere l’attività più redditizia per le organizzazioni criminali radicate nel territorio casertano ed in particolare in Casal di Principe e Comuni limitrofi, dove i clan erano, fino a qualche anno fa, poco inclini  a fare affari con la vendita di droga.

    Tale diversificazione degli affari potrebbe essere legata alla crisi delle attività lecite ed illecite che in passato hanno consentito al clan dei casalesi di accumulare ingenti capitali.

     

     

     

     

    PUBBLICATO IL: 5 gennaio 2014 ALLE ORE 10:34