Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CARMINE SCHIAVONE SHOW – Il pentito smentito dall’Arpac ed invitato a collaborare con i cittadini


     Le istituzioni si mobilitano per verificare le esternazioni dell’ex boss dei Casalesi CASAL DI PRINCIPE - Le dichiarazioni di Carmine Schiavone che abbiamo seguito con grande attenzione, inevitabilmente hanno suscitato reazioni sia tra il popolo casalese, sia a livello istituzionale. A livello istituzionale, la Regione Campania ha attivato l’Arpac, che proprio ieri ha dichiarato che […]

     Le istituzioni si mobilitano per verificare le esternazioni dell’ex boss dei Casalesi

    CASAL DI PRINCIPE - Le dichiarazioni di Carmine Schiavone che abbiamo seguito con grande attenzione, inevitabilmente hanno suscitato reazioni sia tra il popolo casalese, sia a livello istituzionale.

    A livello istituzionale, la Regione Campania ha attivato l’Arpac, che proprio ieri ha dichiarato che nei luoghi segnalati dal collaboratore di giustizia, non vi è traccia di sostanze radioattive.

    Anche i cittadini non sono rimasti in silenzio di fronte alle affermazioni di Schiavone che ricordiamo, nel corso dell’intervista con la giornalista Francesca Nardi, li ha accusati di non aver mosso un dito per ribellarsi e che, ci tiene a precisare, in molti hanno tratto vantaggio “per fare carriera” sulla sua pelle.

    La risposta, non si è fatta certo aspettare, e da ieri, giovedì, uno striscione è comparso all’inizio del paese.

    Lo striscione reca la scritta “Silenzio e corruzione ci hanno condannati a morte e tumore!!! Invece di parlare in Tv… prendi la pala e vieni anche tu!!!”.

    Un messaggio chiaro e preciso.

    La decisione di Carmine Schiavone di rilasciare interviste, è un bene fin quando questo però non abbia scopi secondari e poco nobili.

    Per anni i terreni di terra di lavoro sono stati inquinati dai malavitosi. Sentir dire che questi stessi che hanno ridotto allo stato attuale la nostra terra stiano scrivendo un libro per raccontare ciò che hanno fatto e lucrando doppiamente sulla nostra vita, beh, ha dell’assurdo.

    E, sicuramente a titolo personale, mi unisco all’appello dei cittadini di Casale. Invece di parlare in tv e, aggiungerei, di scrivere libri, vieni qui. Porta una pala. E cerca di fermare questo scempio che non siete stati in grado di controllare.

    Fabrizio Arnone

    PUBBLICATO IL: 6 settembre 2013 ALLE ORE 9:47