Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CARMINE SCHIAVONE SHOW – Due ore e tante accuse. Coinvolti Alfonso Martucci, Peppe Buco, i fratelli Orsi e Cosentino. “A Lorenzo Diana salvai la vita”


     Davanti al direttore di Tv Luna, Francesca Nardi il pentito ha percorso dettagliatamente tutta la storia del clan dei Casalesi. Le sue vicende personali, i pericoli che ha corso anche dopo essersi pentito, il rapporto con i figli, con la politica, con i servizi segreti. CASAL DI PRINCIPE – Una lunghissima intervista, un documento giornalistico memorabile […]

    Nella fotto, un’immagine della video intervista a Carmine Schiavone che sta andando in onda su Tv Luna

     Davanti al direttore di Tv Luna, Francesca Nardi il pentito ha percorso dettagliatamente tutta la storia del clan dei Casalesi. Le sue vicende personali, i pericoli che ha corso anche dopo essersi pentito, il rapporto con i figli, con la politica, con i servizi segreti.

    CASAL DI PRINCIPE – Una lunghissima intervista, un documento giornalistico memorabile quello confezionato in questi minuti da Francesca Nardi, direttore di Tv Luna che ha dato spazio agli sfoghi, alle dichiarazioni e a molte novità pronunciate dal pentito dei pentiti, da Carmine Schiavone, passato dal rango di capo a quello di grande accusatore.

    Rispetto alle dichiarazioni rese a Sky e all’edizione on line de IL FATTO QUOTIDIANO, Schiavone ha precisato, ha approfondito lungo un principale filo conduttore, le sue esternazioni rispetto ad una parte di Stato o di Stato deviato che non ha voluto fare tutto quello che si sarebbe potuto fare per evitare quella che diventerà, secondo il boss pentito, una vera strage legata ai tanti veleni sotterrati a Casal di Principe, ma anche in tante altre zone della provincia di Caserta e della Campania. Accuse molto gravi lanciate all’indirizzo di importanti quadri delle forze dell’ordine.

    Bersaglio principale di dirigenti del servizio centrale di protezione dei pentiti e qualche uomo importante della Dia.

    Schiavone ha dichiarato di aver subito molti tentativi di delegittimazione, ma anche veri e propri attentati alla sua incolumità fisica.

    Ha detto cose gravissime dell’avvocato Alfonso Martucci e di Peppe Buco, ha detto che entrambi i fratelli Orsi erano dei veri e propri affiliati, ha confermato il rapporto privilegiato con Nicola Cosentino, ha espresso apprezzamento per l’opera di Don Peppe Diana, ha duramente attaccato Lorenzo Diana, al quale, così ha detto, ho salvato la vita, dato che alcuni di noi avevano deciso di ammazzare lui e Renato Natale.

    Sul motivo Carmine Schiavone non è stato chiarissimo. Ha parlato di comunisti, di giornali e anche di lettere anonime. Naturalmente domani torneremo ad approfondire questa intervista.

    G.G.

    PUBBLICATO IL: 3 settembre 2013 ALLE ORE 22:18