Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CARMINE SCHIAVONE DOPO IL RITROVAMENTO DEI FUSTI: “Hanno scoperto l’acqua calda. Gliel’ho detto io nel 95 che lì c’erano rifiuti industriali”


      Il pentito contatta la cronista della Gazzetta di Caserta e rilancia. “Se vogliono salgo io sull’escavatore per dissotterrare i rifiuti… Dici alla mia gente che mi sono pentito” CASAL DI PRINCIPE – Ore 19 di ieri, martedì, squilla il telefono della cronista Marilena Natale della Gazzetta di Caserta. E’ Carmine Schiavone… che ha deciso di […]

    Nelle foto, da sinistra, Carmine Schiavone e Marilena Natale

     

    Il pentito contatta la cronista della Gazzetta di Caserta e rilancia. “Se vogliono salgo io sull’escavatore per dissotterrare i rifiuti… Dici alla mia gente che mi sono pentito”

    CASAL DI PRINCIPE – Ore 19 di ieri, martedì, squilla il telefono della cronista Marilena Natale della Gazzetta di Caserta. E’ Carmine Schiavone… che ha deciso di contattare la giornalista per commentare a caldo il ritrovamento dei fusti sospetti: “Hanno scoperto l’acqua calda… hai capito, nel 1995 ho parlato di quel sito e li ho portati in quel posto. Chi ha parlato era solo colui che guidava la ruspa, io nel 95 ho raccontato tutto. Lì ci sono solo rifiuti industriali. Sono disposto – continua Carmine Schiavone – a salire sull’escavatore e a scavare

    Poi si rivolge alla Natale, con un fraseggio nel quale traspare la personalità di Carmine Schiavone, come se lui incarnasse il ruolo di una guida, di un capo, di una divinità che deve lanciare o comunicare un messaggio alla sua gente, al suo popolo, ai suoi fedeli, e ha prescelto il suo oracolo o la sua sibilla. “Dici alla mia gente che io mi sono pentito quando ho scoperto tutto quello che stavano facendo, prima non lo sapevo“.

    Tali esternazioni sono state pubblicate stamane, dalla Gazzetta di Caserta, assieme al resoconto della giornata dei veleni di Casal di Principe.

     

    PUBBLICATO IL: 18 settembre 2013 ALLE ORE 12:15