Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Carabiniere di CASTEL VOLTURNO morto sulla variante, richiesta l’imputazione coatta per il conducente del veicolo Anas


      L’udienza è stata fissata a gennaio 2014. La vedova del militare deceduto si erà già costituita parte civile   CASTEL VOLTURNO - La vicenda giudiziaria riguardante la morte del carabiniere di Castel Volturno, Vincenzo Minervini non è stata chiusa con una semplice archiviazione. Il Gip Scognamiglio, infatti dopo aver accolto l’istanza di opposizione presentata dall’avvocato […]

     

    L’udienza è stata fissata a gennaio 2014. La vedova del militare deceduto si erà già costituita parte civile

     

    CASTEL VOLTURNO - La vicenda giudiziaria riguardante la morte del carabiniere di Castel Volturno, Vincenzo Minervini non è stata chiusa con una semplice archiviazione. Il Gip Scognamiglio, infatti dopo aver accolto l’istanza di opposizione presentata dall’avvocato Nando Letizia, ha deciso di fissare l’udienza per il prossimo mese di gennaio 2014.

    Ricordiamo che il militare della Benemerita morì in un incidente stradale nel 2010,  sull’asse mediano, poco dopo l’uscita di Villa Literno.

    Il carabiniere, in effetti, lavorava presso la Compagnia di Casal Principe e tornando a casa intorno alle 14.00, quindi, dopo aver finito il proprio turno, a bordo di una Nissan Micra, impattò contro un furgone dell’Anas fermo in curva, sulla carreggiata dell’asse mediano.

    L’avvocato della famiglia Minervini, Letizia ha richiesto pertanto l’imputazione coatta dei presunti colpevoli, in quanto si ritiene che il veicolo dell’Anas non poteva sostare fermo in curva sulla Variante.

    Dai primi accertamenti, fu acclarato che la parte anteriore dell’auto del carabiniere deceduto colpì il veicolo dell’Anas nella parte posteriore. A seguito dell’incidente la vedova del militare di Castel Volturno, chiese al proprio legale di avanzare una richiesta di costituzione di parte civile nel procedimento giudiziario in corso. Il Gip Scognamiglio, una volta fissata l’udienza, ha deciso che si proceda contro il conducente del veicolo “parcheggiato” sulla carreggiata dell’asse mediano.

    Massimiliano Ive

    PUBBLICATO IL: 24 settembre 2013 ALLE ORE 11:50