Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    ESCLUSIVA, LE FOTO DELLE TABELLE ARPAC – MONDRAGONE, Zoccola rende noto i risultati delle analisi sui siti a ridosso dell’ex cava Cantarella. Ora tocca controllare l’acqua dei pozzi. Sì alla bonifica


      Finalmente l’assessore all’Ambiente, a differenza di qualche inutile comunicato, ha dato prova del contenuto della relazione tecnica dell’ente che ha effettuato i rilievi secondo il metodo del Top Soil. Unica discrasia è il parametro di riferimento: uso agricolo o uso residenziale? Nel contempo i dati sono positivi ed inferiori a qualsiasi tipo di contaminazione […]

     

    Nelle foto, da sinistra, Benedetto Zoccola e la relazione del tavolo tecnico con l’Arpac

    Finalmente l’assessore all’Ambiente, a differenza di qualche inutile comunicato, ha dato prova del contenuto della relazione tecnica dell’ente che ha effettuato i rilievi secondo il metodo del Top Soil. Unica discrasia è il parametro di riferimento: uso agricolo o uso residenziale? Nel contempo i dati sono positivi ed inferiori a qualsiasi tipo di contaminazione

     

    di Massimiliano Ive

    MONDRAGONE - L’assessore alla Legalità e all’Ambiente, Benedetto Zoccola, a differenza delle dichiarazioni rese nel comunicato stampa irrilevante inviato qualche giorno fa dal Comune di Mondragone, ha pubblicato sulla pagine facebook del suo assessorato, le tabelle dell’Arpac con i parametri e i risultati delle analisi e dei prelievi effettuati dallo stesso ente su due campioni di terreno adiacenti la discarica Cantarella. Con il rilievo tecnico-scientifico definito Top Soil, è stato acclarato (leggete bene cosa scriviamo ndr) “che in superficie” …. “non emergono superamenti delle Csc per i parametri di diossina, furani e Pcb “(sigla che sta ad indicare una categoria di elementi chimici: POLICLOROBIFENILI. ndr)

    Pec Csc, invece si intende quel valore indicante le “concentrazioni soglia di contaminazione“. Quindi, in poche parole dai rilievi e dalle analisi Arpac effettuate in superficie (in quanto non sono stati analizzati campioni di terreno sotterraneo o campioni di acqua dei pozzi dei quartieri adiacenti alla discarica), non è emerso il superamento degli indici di inquinamento considerati pericolosi per la salute umana.

    Ovviamente come abbiamo fatto notare già nel nostro precedente articolo, l’Arpac non specifica se i parametri di soglia massima di contaminazione dei campioni di terreno esaminati valgono anche per i suoli che hanno un “USO AGRICOLO”.

    In una tabella che pubblichiamo in calce, l’Arpac si limita a definire che non vengono superati i limiti, anzi non è superata la soglia di contaminazione dei terreni analizzati rispetto al parametro previsto per i terreni ad “uso residenziale, verde pubblico e privato”.

    Certamente i dati sono positivi e non c’è nessun particolare pericolo per la saluta umana… 

    A differenza del comunicato stampa in cui il sindaco si è limitato ad attaccare l’opposizione, Zoccola ha pubblicato un documento da cui si evince che dal tavolo tecnico con l’Arpac è emerso il consiglio di esaminare e analizzare anche le acque dei pozzi a valle, nei quartieri Starze e S. Angelo, nonchè di chiedere alla Regione Campania l’istituzione di un tavolo tecnico per la bonifica del sito.

    Quindi, rispetto a ciò che non aveva annunciato il primo cittadino nel primo comunicato, ci sono altre verità che sono emerse grazie al buonsenso e alla correttezza dell’assessore Zoccola.

    PUBBLICATO IL: 12 novembre 2013 ALLE ORE 21:50