Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CAMORRA&MOZZARELLE/ Anche la Cassazione dà ragione a Mandara: 'Non doveva essere arrestato'


    Arrestato nel luglio scorso, con l’accusa di associazione camorristica, la Cassazione ha respinto il ricorso fatto dalla Procura di Napoli. Mondragone – Il ‘re della mozzarella’ Giuseppe Mandara non tornera’ in carcere. La prima sezione della Corte di Cassazione ha infatti respinto il ricorso della Procura di Napoli contro la decisione del Tribunale del Riesame, […]

    Nella foto, Giuseppe Mandara, il giorno dell’arresto

    Arrestato nel luglio scorso, con l’accusa di associazione camorristica, la Cassazione ha respinto il ricorso fatto dalla Procura di Napoli.

    Mondragone – Il ‘re della mozzarella’ Giuseppe Mandara non tornera’ in carcere. La prima sezione della Corte di Cassazione ha infatti respinto il ricorso della Procura di Napoli contro la decisione del Tribunale del Riesame, che nei mesi scorsi aveva annullato l’ordinanza di custodia cautelare emessa nei suoi confronti con l’accusa di associazione camorristica.

    Respinto anche l’altro ricorso dei pm contro l’annullamento del sequestro dei beni. Mandara, che e’ difeso dall’avvocato Vittorio Guadalupi, era stato arrestato in luglio con l’accusa di associazione camorristica. Secondo la Dda, infatti, l’azienda Mandara, nota in tutta Italia, era stata avviata con denaro del clan camorristico La Torre di Mondragone. All’imprenditore venivano poi contestate frodi commerciali, in particolare il tentativo di vendere falsi ”provoloni del Monaco”. Nei giorni successivi all’arresto, tuttavia, la misura cautelare era stata annullata dal Riesame, per il quale non sono attendibili le dichiarazioni dell’ex collaboratore di giustizia Augusto La Torre, accusatore di Mandara.

    PUBBLICATO IL: 14 febbraio 2013 ALLE ORE 10:30