Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CAMORRA & POLITICA Pietro Vaiano sceglie come avvocato Mister X. E allora siamo costretti a pubblicare integralmente quel che Froncillo dice del vicesindaco di Portico


    Abbiamo pubblicato integralmente la nota di un sedicente avvocato che non si firma, il quale legge in maniera assolutamente errata quello che Casertace ha pubblicato ieri in occasione dell’arresto degli 8 esponenti del gruppo camorristico dei Bifone. Una volta dato il legittimo spazio alla contestazione, oggi offriamo ai lettori il testo integrale delle dichiarazione del […]

    Abbiamo pubblicato integralmente la nota di un sedicente avvocato che non si firma, il quale legge in maniera assolutamente errata quello che Casertace ha pubblicato ieri in occasione dell’arresto degli 8 esponenti del gruppo camorristico dei Bifone. Una volta dato il legittimo spazio alla contestazione, oggi offriamo ai lettori il testo integrale delle dichiarazione del pentito Froncillo inserita alla pag. 63 dell’ordinanza firmata dal Gip Lucarelli

    LA LETTERA DELL’AVVOCATO

    In nome e per conto del sig. Vaiano Pietro, si prega di voler fornire chiarimenti in ordine all’articolo della vostra testata giornalistica del 7/10/13 ore 14:30 avente ad oggetto gli arresti avvenuti stamane all’alba nel Comune di Portico di Caserta inerente il clan Bifone. In particolare, si legge nell’articolo citato che il  sig.Vaiano alla pag. 63 dell’ordinanza avrebbe avuto rapporti con gli odierni indagati, rappresentando successivamente che lo stesso non sarebbe a sua volta indagato nella vicenda processuale de quo. Ebbene, a tal proposito è doveroso da parte Vs evidenziare l’assoluta estraneità del sig. Vaiano ai  fatti cosi narrati nonchè specificare il contenuto della richiamata ordinanza, nella parte in cui vi è menzione dello stesso. In particola si chiede di fornire la pprova delle propalazioni del pentio Frongillo contenuta a pagina 63 dell’ordinanza del GIP co Tribuanle di Napoli.

    LA RISPOSTA DI CASERTACE

    PORTICO DI CASERTA - Al di là delle apparenze Casertace è formata da gente molto paziente che da 24 ore risponde a telefonate di fantomatici avvocati del vicesindaco di Portico di Caserta Pietro Vaiano e che anche in questo momento pubblica uno scritto comicamente introdotto da una lettera scritta “in nome  e per conto”. Ma in nome  e per conto di chi? Se è noto l’oggetto della procura, Vaiano, non è noto il nome del procuratore di Vaiano, di chi lo rappresenta, una sorta di uomo del mistero.

    Va be’, ci riarmiamo di pazienza e facciamo finta che questa lettera sia firmata. Al suo interno viene scritto: “alla pag. 63 dell’ordinanza avrebbe avuto rapporti con gli odierni indagati, rappresentando successivamente che lo stesso non sarebbe a sua volta indagato nella vicenda processuale de quo”. Calma signor mistero: o lei non sa leggere o fa finta di non saper leggere. Noi non abbiamo assolutamente scritto che il vicesindaco Vaiano ha avuto rapporti con chicchessia. Abbiamo scritto che il pentito Froncillo ha affermato questo e abbiamo scritto che il Gip Umberto Lucarelli e non Casertace ha ritenuto di dover pubblicare sull’ordinanza, precisamente a pag. 63 le dichiarazioni che Froncillo fa sul presunto ruolo che Pietro Vaiano avrebbe (avvocato, mister x, avrebbe, modo condizionale) ricoperto.

    La sua legittima richiesta di vedersi pubblicata questa sua nota ci obbliga purtroppo ad essere ancor più precisi di quanto non lo siamo stati ieri. E allora, eccolo qui l’estratto integrale della dichiarazione del pentito Michele Froncillo relativa ai presunti rapporti tra Pietro Vaiano e D’Amico e ai presunti rapporti tra Pietro Vaiano e il clan Bifone.

     

    PUBBLICATO IL: 8 ottobre 2013 ALLE ORE 18:39