Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CAMORRA / Omicidio Pietropaolo a Castel Volturno: 4 ergastoli per i sicari di Bidognetti.


      Per l’omicidio di Pietropaolo, avvenuto nel 2001, i giudici della corte d’Assise del tribunale di Santa Maria Capua Vetere, hanno condannato al carcere a vita i due fedelissimi di Setola, Cirillo e Letizia, Di maio e Mchelina Rezzo, che ospitò l’esecutore materiale della vittima. Castel Volturno – Quattro ergastoli per l’omicidio di Michele Pietropaolo, […]

    Nelle foto, da sinistra, Alessandro Cirillo e Giovanni Letizia, entrambi condannati al carcere a vita

     

    Per l’omicidio di Pietropaolo, avvenuto nel 2001, i giudici della corte d’Assise del tribunale di Santa Maria Capua Vetere, hanno condannato al carcere a vita i due fedelissimi di Setola, Cirillo e Letizia, Di maio e Mchelina Rezzo, che ospitò l’esecutore materiale della vittima.

    Castel Volturno – Quattro ergastoli per l’omicidio di Michele Pietropaolo, vicino al clan dei Casalesi, ma ritenuto ‘infedele’ dal gruppo che fa capo al boss Francesco Bidognetti. Un omicidio commesso il 31 gennaio 2001 a Castel Volturno. A distanza di 11 anni, i giudici della corte di Assise del tribunale di Santa Maria Capua Vetere, presidente Maria Alaja, hanno condannato al carcere a vita Alessandro Cirillo, Giovanni Letizia, entrambi poi entrati nel gruppo stragista di Giuseppe Setola nel 2008, Francesco Di Maio e Michelina Rezzo.

    Michelina Rezzo, detenuta da due anni, e’ originaria del Napoletano, ma residente a Castelvolturno, ed e’ accusata di aver ospitato a casa il sicario dopo l’agguato teso a Pietropaolo. Condannati a 12 anni e sei mesi di reclusione, invece, Oreste Spagnuolo e Alfonso Cesarano. Nello stesso processo e’ stato ricostruito anche il tentato omicidio di un affiliato al clan, Francesco Panaro, non portato a compimento per l’arresto del killer designato, Francesco Di Maio, il 16 febbraio 2001 a Casal di Principe. Solo successivamente, il 10 settembre 2001, Panaro fu vittima di altro attentato. Per il suo tentato omicidio sono stati condannati a sei anni e sei mesi Alfonso Cesarano, Luigi Grassia ed Emilio Di Caterino.

    PUBBLICATO IL: 18 dicembre 2012 ALLE ORE 16:13