Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CAMORRA OMICIDIO DI MAIO – Spenuso non andava arrestato. Il Riesame “sposa” l’annullamento con rinvio della Cassazione


        Oggi, mercoledì, il pronunciamento della decima sezione CASTEL VOLTURNO - Un’altra vicenda un pò bizzarra e sconcertante. Una vicenda di tempi lunghi giudiziari che a quasi 3 anni, chiude la partita di una custodia cautelare, che secondo la corte di Cassazione, non era giustificata, al punto da annullare con rinvio al Tribunale del Riesame […]

     

    Nella foto Enrico Martinelli, boss di San Cipriano

     

    Oggi, mercoledì, il pronunciamento della decima sezione

    CASTEL VOLTURNO - Un’altra vicenda un pò bizzarra e sconcertante. Una vicenda di tempi lunghi giudiziari che a quasi 3 anni, chiude la partita di una custodia cautelare, che secondo la corte di Cassazione, non era giustificata, al punto da annullare con rinvio al Tribunale del Riesame un precedente diniego opposto dallo stesso tribunale ad un ulteriore istanza di scarcerazione rappresentata dai difensori di Agostino Spenuso di Castel Volturno, accusato in concorso con altri, dell’omicidio di Nicola di Maio, avvenuto nel 2002.

    Delitto di camorra, in cui sono stati implicati il boss di San Cipriano, Enrico Martinelli, Luigi Guida, Emilio di Caterino, Massimo Iovine, Bernardo Cirillo e Rosario Esposito.

    Pur riguardando solo la fase cautelare, il giudizio di oggi, mercoledì, del Tribunale del Riesame, indirizzato dalla Corte di Cassazione, potrebbe anche pesare nell’ambito del processo e cioè della fase giudicante.

     

    Red.Pro.

    PUBBLICATO IL: 22 gennaio 2014 ALLE ORE 20:10