Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Camorra / Omicidio Di Fraia, niente controesame della difesa al pentito Grassia. Se ne riparla il 28 novembre


      L’astensione degli avvocati ha fatto saltare l’udienza prevista per oggi, martedì VILLA LITERNO  -  Il presidente della Corte di Assise di Santa Maria Capua Vetere,  Alaia, ha rinviato l’udienza odierna che doveva essere dedicata al controesame degli imputati  nel processo sull’omicidio di Antonio Di Fraia. Un mese fa fu ascoltata la testimonianza del collaboratore […]

    Nelle foto, da sinistra, Luigi Grassia e Raffaele Bidognetti

     

    L’astensione degli avvocati ha fatto saltare l’udienza prevista per oggi, martedì

    VILLA LITERNO  -  Il presidente della Corte di Assise di Santa Maria Capua Vetere,  Alaia, ha rinviato l’udienza odierna che doveva essere dedicata al controesame degli imputati  nel processo sull’omicidio di Antonio Di Fraia. Un mese fa fu ascoltata la testimonianza del collaboratore di giustizia, Luigi Grassia, Oggi, per via dello sciopero proclamato dalla camera penale, gli avvocati si sono astenuti e pertanto l’udienza è stata rinviata al 28 novembre 2012.

    Questo processo vede imputati  Raffaele Bidognetti, Francesco Di Maio, Francesco Diana, Giuseppe Diana, Tammaro Diana, Luigi Guida, Salvatore Spenuso e Nicola Verrolla, i quali avrebbero, secondo le tesi dell’accusa, compiuto l’omicidio con premeditazione all’interno di un’abitazione a Villa Literno il 18 marzo 2004, al fine di riaffermare la supremazia della fazione criminale dei Bidognetti, rispetto a quella del gruppo antagonista, capeggiato dai Tavoletta-Ucciero, a cui apparteneva la vittima.

    Il commando avrebbe illegittimamente usato una pistola calibro 7.65 e un fucile safari per compiere il delitto.

     

     

     

    PUBBLICATO IL: 9 ottobre 2012 ALLE ORE 19:43