Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Camorra / Omicidio del giovanissino Antonio Petito, il Riesame annulla l’ordinanza per Michele Pagano


      Il pregiudicato bidognettiano resta, però in carcere, per la presunta estorsione al costruttore Emini. Davanti al Gip nei giorni scorsi si era difeso affermando di aver tentato in tutti i modi di evitare quell’omicidio, legato solo ad una banale lite avuta dalla vittima con Gianluca Bidognetti Casal di Principe – La ottava sezione del Tribunale […]

    Nelle foto, da sinistra, Gaetano Pagano, Luigi Guida Gianluca Bidognetti

     

    Il pregiudicato bidognettiano resta, però in carcere, per la presunta estorsione al costruttore Emini. Davanti al Gip nei giorni scorsi si era difeso affermando di aver tentato in tutti i modi di evitare quell’omicidio, legato solo ad una banale lite avuta dalla vittima con Gianluca Bidognetti

    Casal di Principe – La ottava sezione del Tribunale del Riesame di Napoli ha annullato l’ordinanza di custodia cautelare a carico di Gaetano Pagano, presunto esponente del clan Bidognetti e imparentato con la nota famiglia criminale di Casal di Principe. L’ordinanza in questione, quella relativa all’omicidio di Antonio Petito, il giovane trucidato per la sola colpa di aver litigato, per futili motivi di viabilità, con Gianluca Bidognetti, “rampollo” di Cicciotto e, al tempo, poco più che un ragazzo.

    Pagano che resta in carcere per effetto di un’altra ordinanza, quella relativa alla presunta estorsione a carico del costruttore edile luscianese Emini, si era difeso, assistito dal suo avvocato Nando Letizia, durante l’interrogatorio di garanzia, confutando le accuse che gli venivano mosse dai pentiti Luigi Grassia, Luigi Guida detto o’Drink ed Emilio Di Caterino (CLICCA QUI PER LEGGERE IL NOSTRO ARTICOLO DEDICATO A QUELL’INTERROGATORIO).

    Pagano ha sempre sostenuto di aver cercato di evitare l’assassinio, poi realizzato dal Luigi Guida e compagni, del giovane Petito, in quanto riteneva abnorme questa punizione in rapporto alla sola colpa, legata ad un banale litigio tra ragazzi.

     

    PUBBLICATO IL: 24 ottobre 2012 ALLE ORE 13:16