Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CAMORRA – Omicidio Cantile a BAIA E LATINA, ordinanza notificata in carcere a padre e figlio


        Giuseppe Cantile è stato assassinato nella sua auto lo scorso 10 gennaio: CLICCA QUI PER LEGGERE IL NOSTRO ARTICOLO SULL’OMICIDIO    SANTA MARIA CAPUA VETERE – A Napoli-Secondigliano e Santa Maria Capua Vetere, presso le locali case circondariali, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Capua, hanno notificato un’ordinanza applicativa […]

     

     

    Giuseppe Cantile è stato assassinato nella sua auto lo scorso 10 gennaio: CLICCA QUI PER LEGGERE IL NOSTRO ARTICOLO SULL’OMICIDIO 

     

    SANTA MARIA CAPUA VETERE – A Napoli-Secondigliano e Santa Maria Capua Vetere, presso le locali case circondariali, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Capua, hanno notificato un’ordinanza applicativa della misura cautelare della custodia in carcere, emessa dal Tribunale di Napoli, nei confronti dei soggetti già detenuti, poiché ritenuti responsabili dei reati di omicidio premeditato in concorso con l’aggravante del metodo mafioso, porto e detenzione di arma da fuoco e per aver commesso il fatto con sorveglianza speciale in atto:

    Pellegrino Arturo, classe 1957, residente in San Marcellino,  pregiudicato, detenuto presso centro penitenziario Napoli-Secondigliano;

    Pellegrino Vittorio, classe 1980, residente in Frignano, pregiudicato, detenuto presso la casa circondariale di Santa Maria C.V..

    Il provvedimento restrittivo è scaturito dagli  inconfutabili elementi di colpevolezza raccolti dai Carabinieri nei confronti dei due che, lo scorso 10 gennaio, in Baia e Latina, hanno assassinato Giuseppe Cantile.

    PUBBLICATO IL: 1 febbraio 2014 ALLE ORE 12:10