Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Camorra / Il tribunale caccia via da San Cipriano la moglie di Antonio Iovine o’ Ninno


    I carabinieri della locale stazione hanno notificato il provvedimento alla 43enne, fino a ieri obbligata solo alla firma quotidiana e che nel giugno scorso è stata condannata a 8 anni di reclusione nel processo di primo grado contro gli 80 super fedelissimi del boss San Cipriano d’Aversa - Nella mattinata di oggi, venerdì, i carabinieri […]

    Nelle foto, da sinistra, Enrichetta Avallone e Antonio Iovine

    I carabinieri della locale stazione hanno notificato il provvedimento alla 43enne, fino a ieri obbligata solo alla firma quotidiana e che nel giugno scorso è stata condannata a 8 anni di reclusione nel processo di primo grado contro gli 80 super fedelissimi del boss

    San Cipriano d’Aversa - Nella mattinata di oggi, venerdì, i carabinieri del Nucleo Investigativo di Caserta hanno notificato un provvedimento di divieto di dimora in provincia di Caserta, emessa dal Tribunale di Santa Maria Capua Vetere – Prima Sezione Penale, nei confronti di Enrichetta Avallone di 43 anni, moglie del noto boss del clan “dei casalesi” Antonio Iovine detto “o’ninno”.

    La donna, attualmente sottoposta all’obbligo quotidiano di presentazione alla polizia giudiziaria presso la Stazione dei carabinieri di San Cipriano d’Aversa, lo scorso 12 giugno era stata condannata alla pena di 8 anni di reclusione, all’esito del processo di 1° grado celebrato nei confronti di un’ottantina di imputati appartenenti al gruppo Iovine.

    PUBBLICATO IL: 26 ottobre 2012 ALLE ORE 15:14