Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CAMORRA – ESTORSORE DEL CLAN chiede 300 euro al titolare del Bar “Sport” e spara 6 colpi di pistola contro l’ingresso del locale: arrestato


    Il fatto si è verificato a Talanico, frazione di San Felice a Cancello, nel giorno di San Valentino. Il 33enne che ha chiesto i soldi "per i detenuti", dunque con una matrice chiaramente camorristica, è stato ammanettato dai carabinieri della Compagina di Maddaloni e da quelli della locale stazione

    pistolettate1

     

    SAN FELICE A CANCELLO - Nella serata del 14 febbraio scorso, i Carabinieri dell’Aliquota Operativa unitamente alla Stazione di San Felice a Cancello, al termine di una breve ma articolata attività d’indagine, hanno dato esecuzione al fermo di indiziato di delitto del PM a carico di Vincenzo Martone, pluripregiudicato 33enne, residente a San Felice a Cancello, ritenuto responsabile di minacce e aggressioni nei confronti del titolare del Bar “Sport” sito in località Talanico al quale  ha poi formulato richiesta estorsiva di euro 300, giustificata come somma da destinare ai  detenuti.

    L’uomo che è stato fermato è, inoltre, considerato gravemente indiziato dell’esplosione di sei colpi di arma da fuoco all’indirizzo della vetrata d’ingresso del suddetto Bar, episodio avvenuto il 13 febbraio scorso, finalizzato ad intimorire la vittima e costringerla così a corrispondere la somma in denaro richiesta nei giorni precedenti. Nell’occasione della notifica del provvedimento del Pm, si è proceduto al sequestro di un coltello a serramanico e di una pistola a salve modificata priva di tappo rosso, oggetti utilizzati da Martone per porre in essere le proprie azioni delittuose.

    Per le responsabilità penali che gravano sul 33enne, lo stesso è stato pertanto associato presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere.

    Questa mattina al termine dell’interrogatorio di garanzia, il GIP di Santa Maria Capua Vetere, concordando con le risultanze prodotte dai carabinieri della Compagnia di
    Maddaloni, non ha convalidato il fermo ma ha disposto comunque la misura cautelare in carcere.

    PUBBLICATO IL: 19 febbraio 2014 ALLE ORE 12:20