Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Agg. 11.08 I NOMI E IL VIDEO CAMORRA – Estorsioni agli imprenditori di CANCELLO ED ARNONE, arrestati 2 ras dei CASALESI. C’è anche “Sardone”


    L’operazione eseguita dai carabinieri della Compagnia di Casal di Principe IN CALCE ALL’ARTICOLO IL COMUNICATO STAMPA DELLA DDA Agg. 11.07 – Due provvedimenti di custodia cautelare in carcere sono stati notificati dai carabinieri di Casal di Principe ad altrettante persone ritenute esponenti della fazione Bidognetti del clan dei Casalesi: si tratta di Mario Cavaliere, di […]

    Nelle foto, l’operazione dei Carabinieri di Casal di Principe. Nelle immagini si intravede anche il cantiere della Cooperativa la Fenice a Cancello ed Arnone

    L’operazione eseguita dai carabinieri della Compagnia di Casal di Principe IN CALCE ALL’ARTICOLO IL COMUNICATO STAMPA DELLA DDA

    Agg. 11.07 – Due provvedimenti di custodia cautelare in carcere sono stati notificati dai carabinieri di Casal di Principe ad altrettante persone ritenute esponenti della fazione Bidognetti del clan dei Casalesi: si tratta di Mario Cavaliere, di 41 anni, e di Vincenzo Della Corte,di 58 anni, soprannominato “Sardone”, entrambi gia’ detenuti.

    Nelle foto, Mario Cavaliere e Vincenzo Della Corte detto Sandrone

    Cavaliere e Della Corte sono ritenuti responsabili di una tentata estorsione nei confronti di un imprenditore edile di Cancello ed Arnone. Gli arresti sono stati emessi su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli. Il provvedimento eseguito oggi fa seguito a un altro decreto di fermo emesso lo scorso 11 giugno, sempre per tentata estorsione allo stesso imprenditore edile, notificato ad altri persone ritenute appartenenti alla stessa fazione dei “Casalesi”

    Dalle immagini video inviate in redazione si comprende che uno delle imprese finite nel mirino dei Casalesi è stata la Fenice a Cancello ed Arnone.

    CASAL DI PRINCIPE - I Carabinieri della Compagnia di Casal di Principe, coordinati dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di 2 indagati, esponenti del clan dei “Casalesi – fazione Bidognetti”, responsabili dei reati di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso nei confronti di imprenditori del settore edile di Cancello ed Arnone. Le odierne ordinanze seguono un decreto di fermo a carico di altrettanti esponenti del medesimo sodalizio, operato dagli stessi militari dell’Arma in data 11 giugno scorso, per ulteriori episodi estorsivi in danno delle suddette vittime.

    PUBBLICATO IL: 26 luglio 2013 ALLE ORE 10:07