Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CAMORRA E ONORANZE FUNEBRI A MONDRAGONE / Pasquale La Torre pescato a parlare con dei conoscenti nonostante i domiciliari, arrestato


      Il Pm Catello Maresca ha richiesto e ottenuto il ripristino della misura cautelare nei confronti dell’uomo coinvolto nella vicenda Eden. L’operazione eseguita dai carabinieri di Anzio   MONDRAGONE – E’ stato nuovamente arrestato dai carabinieri di Anzio, Pasquale La Torre, l’uomo accusato e poi condannato il 25 febbraio scorso, dal Gip Lucarelli a 2 […]

    Nelle foto, da sinistra, Michele Pagliaro e Aldo e Pasquale La Torre

     

    Il Pm Catello Maresca ha richiesto e ottenuto il ripristino della misura cautelare nei confronti dell’uomo coinvolto nella vicenda Eden. L’operazione eseguita dai carabinieri di Anzio

     

    MONDRAGONE – E’ stato nuovamente arrestato dai carabinieri di Anzio, Pasquale La Torre, l’uomo accusato e poi condannato il 25 febbraio scorso, dal Gip Lucarelli a 2 anni e 8 mesi di reclusione, per concorso in monopolio mafioso nella gestione del servizio di onoranze funebri nel comune di Mondragone. La vicenda giudiziaria è quella in cui figura indirettamente anche la società Eden, sempre di Mondragone e nella quale sono coinvolti Michele Pagliaro e Aldo La Torre

    A Pasquale La Torre, il Gip Lucarelli, 3 mesi fa, concesse gli arresti domiciliari e ultimamente stava scontando la pena ad Anzio. Il Pm della Dda di Napoli, Catello Maresca ha chiesto, invece, l’aggravamento e il ripristino della custodia cautelare in carcere perchè secondo una relazione esplicitata dai  Carabinieri della cittadina in provincia di Roma, l’uomo avrebbe commesso plurime infrazioni alle prescrizione impostegli.( Nella specie sarebbe stato controllato mentre interloquiva con persone diverse da quelle che con lui coabitano).

    La Torre, a questo punto, è stato trasferito presso il carcere di Velletri.

    Max Ive

    PUBBLICATO IL: 23 marzo 2013 ALLE ORE 11:40