Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CAMORRA E CLINICA VILLA DEL SOLE / Chiesti 6 anni e mezzo per Porfidia. ECCO TUTTE LE ALTRE RICHIESTE DEL PM


        Oggi, martedì, il pubblico ministero della Dda, Alessandro Cimmino ha formulato le sue richieste di condanna che coinvolgono anche boss e pentiti SANTA MARIA CAPUA VETERE - E’ arrivato ad una svolta il processo a carico del deputato uscente ed ex sindaco di Recale, Americo Porfidia, accusato di concorso in estorsione, aggravato dall’articolo […]

     

    Nelle foto, da sinistra, Americo Porfidia, Antimo Perreca e la clinica villa del Sole

     

    Oggi, martedì, il pubblico ministero della Dda, Alessandro Cimmino ha formulato le sue richieste di condanna che coinvolgono anche boss e pentiti

    SANTA MARIA CAPUA VETERE - E’ arrivato ad una svolta il processo a carico del deputato uscente ed ex sindaco di Recale, Americo Porfidia, accusato di concorso in estorsione, aggravato dall’articolo 7, cioè di aver favorito la camorra.

    Oggi, martedì, il pubblico ministero della Dda, Alessandro Cimmino ha chiesto per Porfidia la condanna a 6 anni e mezzo di reclusione. La vicenda è quella relativa alla guerra per il controllo della clinica privata Villa del Sole, che per anni è stata contesa tra la famiglia Porfidia e l’altra cordata, formata dai fratelli Maccauro e da Pietro Riello, ginecologo, sindaco di Castel Morrone e consigliere provinciale del Nuovo Psi.

    Per questa presunta estorsione, di cui il giudice Cantone narra anche nel suo libro, il pm Cimmino, ha chiesto 6 anni  di reclusione anche il marcianisano Gaetano Tartaglione. Mentre per Gaetano Piccolo, boss di Marcianise detenuto al 41 bis la richiesta è stata di 8 anni di carcere. Stessa pena anche per il boss di Recale, Antimo Perreca. 3 anni invece, invocati per il pentito di San Felice a Cancello Tardi e 4 anni per Papa.

     

     

    PUBBLICATO IL: 19 febbraio 2013 ALLE ORE 17:10