Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    IL VIDEO E LE FOTO – CAMORRA Bombe, mitragliatrici, fucili a canne mozze. TROVATO A MARCIANISE il più importante arsenale dei BELFORTE


      Operazione del Nucleo Investigativo del omando provinciale di Caserta lo hanno rinvenuto, insieme ai vigili del fuoco, nel fondo di un pozzo situato in un cortile MARCIANISE – Nel pomeriggio di ieri, del 7 giugno, nel corso delle attività finalizzate alla localizzazione delle basi logistiche ed alla ricerca di armi nella disponibilità dei sodalizi […]

     

    Operazione del Nucleo Investigativo del omando provinciale di Caserta lo hanno rinvenuto, insieme ai vigili del fuoco, nel fondo di un pozzo situato in un cortile

    Nella foto le armi sequestrate al clan

    MARCIANISE – Nel pomeriggio di ieri, del 7 giugno, nel corso delle attività finalizzate alla localizzazione delle basi logistiche ed alla ricerca di armi nella disponibilità dei sodalizi criminali della provincia casertana, i Carabinieri del Nucleo Investigativo di questo Comando Provinciale, collaborati dai Vigili del Fuoco di Caserta, hanno rinvenuto all’interno di tre borsoni sul fondo di un pozzo in un cortile di uso comune, nella zona centrale di Marcianise, le seguenti armi e munizioni, efficienti e in buono stato di conservazione, ritenute in uso al clan camorristico “Belforte”, operante in quel centro e nei comuni limitrofi:

    - 7 pistole semiautomatiche;

    - 3 pistole revolver;

    - 1 mitragliatrice “Sten”, di fabbricazione inglese, risalente al secondo conflitto mondiale;

    - 1 fucile con canne mozzate;

    - 1 bomba a mano tipo “ananas”, con relativo accenditore;

    - 775 proiettili di vario calibro;

    - 20 micce pirotecniche a lenta combustione;

    - 2 apparati radio ricetrasmittenti.

    Nella foto le pistole sequestrate dai Carabinieri

    Le armi (alcune delle quali con matricola abrasa) e le munizioni sono state sottoposte a sequestro e saranno oggetto di accertamenti finalizzati a verificarne la provenienza ed il loro utilizzo in eventi criminosi.

    Nella foto l’arsenale sequestrato dai Carabinieri

    PUBBLICATO IL: 8 giugno 2013 ALLE ORE 12:08