Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CAMORRA A CASAL DI PRINCIPE – Custodivano le armi del clan. Arrestati 54enne e 46enne


        Operazione eseguita dalla Squadra Mobile di Caserta   CASAL DI PRINCIPE – Nel pomeriggio di ieri, lunedì, la Squadra Mobile ha eseguito un’ Odinanza di Custodia Cautelare in Carcere emessa dall’ Ufficio del G.I.P. presso il Tribunale di Napoli su richiesta della Procura Antimafia partenopea, in relazione al reato di detenzione di armi clandestine […]

     

    Nella foto, da sinistra, Salvatore Mazziotti e Umberto Maiello

     

    Operazione eseguita dalla Squadra Mobile di Caserta

     

    CASAL DI PRINCIPE – Nel pomeriggio di ieri, lunedì, la Squadra Mobile ha eseguito un’ Odinanza di Custodia Cautelare in Carcere emessa dall’ Ufficio del G.I.P. presso il Tribunale di Napoli su richiesta della Procura Antimafia partenopea, in relazione al reato di detenzione di armi clandestine e di più armi comuni da sparo, condotte aggravate dal fine di agevolare l’organizzazione di stampo mafioso denominata clan “dei casalesi”, nei confronti di:

     

    1. Umberto Maiello, nato a Casal di Principe il 06.06.1959, ivi residente, pregiudicato, detenuto

    2.  Salvatore Mazziotti, nato a Napoli il 23.01.1967, commerciante, detenuto.

     

    La misura è frutto degli approfondimenti investigativi effettuati a seguito dell’esecuzione, il 23 ottobre 2013, di un provvedimento di Fermo, emesso dalla Procura Antimafia di Napoli per estorsione aggravata dal metodo mafioso, nei confronti di Antonio Baldascini, nato a Casal di Principe il 20.04.1961; Umberto Maiello, nato a Casal di Principe (CE) il 06.06.1959; Francesco Puoti, nato a Casal di Principe il 30.05.1973, e  Vincenzo Schiavone, nato a Casal di Principe (CE) il 06.03.1966.

    Infatti, in quel contesto, a seguito di mirate perquisizioni domiciliari, la Squadra Mobile ha arrestato in flagranza di reato, per detenzione illegale di armi da sparo, il citato Salvatore Mazziotti e la moglie Immacolata D’Angelo, nata a Napoli il 19.12.1970, presso la cui abitazione, ubicata in Casal di Principe (CE), sono state sequestrate: una pistola semiautomatica calibro 22 con caricatore munito di 6 cartucce; una pistola semiautomatica calibro 6 e una pistola a tamburo priva di contrassegni, oltre a 124 cartucce di vario calibro.

    Le conseguenti indagini appuravano che le armi erano state affidate in custodia al Mazziotti proprio dall’ affiliato Umberto Maiello. Pertanto, la D.D.A. di Napoli, a seguito della convalida dell’arresto e della emissione di ordinanza cautelare da parte del G.I.P. presso il Tribunale di Napoli Nord che, contestualmente, si dichiarava incompetente per la riconosciuta contestazione dell’aggravante ex art. 7 L. 203/91, ha formulato richiesta di applicazione di analoga misura restrittiva all’Ufficio del G.I.P. di Napoli, puntualmente accolta, nei confronti di Mazziotti e Maiello, già detenuti rispettivamente presso le Case Circondariali di Napoli-Poggioreale e di S. Maria C.V.

    PUBBLICATO IL: 20 gennaio 2014 ALLE ORE 15:21