Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Camorra / Annullato l’arresto, ma resta in carcere il Ras Barone del gruppo Zagaria. E’ accusato di tentata estorsione al caseificio De Rosa


    La decisione presa dall’ottava sezione del Riesame di Napoli. Lunedì è atteso il verdetto per Michele Fontana. Casapesenna – Michele Barone, rimarrà in carcere, nonostante stamattina l’ottava sezione del tribunale del Riesame di Napoli, abbia reso noto l’annullamento dell’ordinanza di custodia cautelare, spiccata, lo scorso 3 ottobre contro di lui e contro il gruppo di […]

    Nelle foto, da sinistra Michele Barone e Michele Fontana

    La decisione presa dall’ottava sezione del Riesame di Napoli. Lunedì è atteso il verdetto per Michele Fontana.

    CasapesennaMichele Barone, rimarrà in carcere, nonostante stamattina l’ottava sezione del tribunale del Riesame di Napoli, abbia reso noto l’annullamento dell’ordinanza di custodia cautelare, spiccata, lo scorso 3 ottobre contro di lui e contro il gruppo di coloro che avevano preso le redini del clan di Michele Zagaria, continuando, secondo l’accusa a consumare estorsioni ai danni di imprenditori del luogo, uno dei quali si era rivolto, per sfogare la sua rabbia e il suo terrore, al viceparroco della chiesa Santa Croce di Casapesenna, don Vittorio Cumerlato. Come detto all’inizio, nonostante l’esito positivo per lui del Riesame, Barone rimarrà in carcere, in quanto colpito da altre ordinanze.

    Nei prossimi giorni, il Riesame si pronuncerà anche sugli altri arrestati nella medesima operazione: Michele Fontana, Francesco Sabatino, Antonio Aquilone, Costantino Diana, Giorgio Pagano e Renato Picclo.

    Barone, difeso dall’avvocato, Nando Letizia, era accusato di tentata e consumata estorsione pari a 20.000 nei confronti di Marcello De Rosa, il gestore del Caseificio finito nel mirino del clan.

     

    CLICCA QUI PER LEGGERE IL NOSTRO ARTICOLO PUBBLICATO NEL GIORNO DELL’ARRESTO DEGLI UOMINI DI ZAGARIA

    PUBBLICATO IL: 19 ottobre 2012 ALLE ORE 16:22