Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CALCIO, serie minori. HERMES pronto a ripartire


    Dopo il pareggio interno con il Real San Felice a Cancello, i giallorossi hanno lavorato duramente in vista della ripresa del campionato prevista per domani (14.30 al ‘Comunale’ di Casagiove) contro il Vico E’ prevista per domani pomeriggio la prima partita del 2014 dell’Hermes Casagiove. Primo avversario del nuovo anno e del girone di ritorno […]

    Il portiere dell’Hermes, Tommaso Merola

    Dopo il pareggio interno con il Real San Felice a Cancello, i giallorossi hanno lavorato duramente in vista della ripresa del campionato prevista per domani (14.30 al ‘Comunale’ di Casagiove) contro il Vico

    E’ prevista per domani pomeriggio la prima partita del 2014 dell’Hermes Casagiove. Primo avversario del nuovo anno e del girone di ritorno è la Rinascita Vico, l’obiettivo il solito: la vittoria. Si gioca, dopo il pareggio dell’ultima di andata contro il Real San Felice a Cancello, alle 14,30 nuovamente al “Comunale” ed i giallorossi del presidente Corsale sono intenzionati a riprendere quella striscia di vittorie interna, fermata solo dai suessolani.

    All’andata fu pareggio pirotecnico: 3-3 almeno sul campo, prima che la squadra di Casaccio ottenesse la vittoria a tavolino a causa della posizione irregolare di Bracale. Nel corso delle feste natalizia la squadra ha lavorato duramente per evitare pericolosi sbandamenti alla ripresa, soprattutto agli ordini del preparatore atletico Bizzarro. Come conferma anche il portiere Merola. “Abbiamo lavorato – spiega – per ricaricare le batterie dopo un girone d’andata in cui abbiamo speso molto. Nello spogliatoio c’è ancora il rammarico per i due punti persi contro il Real San Felice, ma abbiamo intenzione di trasformare l’amarezza in voglia di vincere in maniera tale da ritornare a conquistare i tre punti contro il Rinascita US Vico ed iniziare al meglio il 2014. Fa male pensare di aver buttato al vento due punti che ci avrebbero assicurato il primo posto in solitaria. Ma non tutto il male viene per nuocere: codesta sarà la gara da non ripetere nel resto dell’anno, esempio di come bisogna chiudere prima ogni partita”.

    Redazione sportiva

    PUBBLICATO IL: 3 gennaio 2014 ALLE ORE 12:42