Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Brogli alle elezioni degli infermieri. Ecco tutta la storia e i retroscena


    Ieri, l’irruzzione dei carabinieri nel seggio, dopo la chiamata del presidente Concetta Galasso, i quali, con l’allarme di brogli, hanno sequestrato l’urna incriminata. Caserta – Un epilogo clamoroso, concretizzatesi in un vero e proprio blitz dei carabinieri che, chiamata dalla presidente del seggio, Concetta Galasso, sono arrivati e hanno sequestrato l’urna delle elezioni per il […]

    Ieri, l’irruzzione dei carabinieri nel seggio, dopo la chiamata del presidente Concetta Galasso, i quali, con l’allarme di brogli, hanno sequestrato l’urna incriminata.

    Caserta – Un epilogo clamoroso, concretizzatesi in un vero e proprio blitz dei carabinieri che, chiamata dalla presidente del seggio, Concetta Galasso, sono arrivati e hanno sequestrato l’urna delle elezioni per il rinnovo degli organismi del collegio provinciale degli infermieri e delle vigilatrici dell’infanzia. Un epilogo che segna un altro capitolo di quella che è diventa una vera e propria telenovelas, iniziata alcuni mesi fa.

    Le precedenti elezioni in seguito ad un ricorso di uno dei candidati sono state annullate dal Giudice del tribunale di Santa Maria C.V. Il tribunale infatti accogliendo il ricorso di Mario Falco consigliere uscente, dichiara l’annullamento delle elezioni e dispone la convocazione di una nuova consultazione elettorale. I consiglieri esautorati, invece di convocare le elezioni nicchiano, pensando di tirare a campare fino alla scadenza del mandato. Per attivare il processo elettorale si rende necessaria una diffida inviata anche per conoscenza al ministero della salute e alla federazione nazionale dell’ordine.

     

    La diffida sortisce subito effetto, vengono infatti, immediatamente convocate le elezioni. In questa tornata elettorale però per la prima volta sono in lizza due liste antitetiche. Oltre gli uscenti viene presentata in contrapposizione un’altra lista denominata “infermieri liberi e indipendenti” che da subito si dichiara per un ricambio totale degli organismi dirigenti storici.

    Tra i competitori sono subito scintille, entrano in gioco anche i sindacati rappresentanti che vogliono approfittare della situazione per infiltrasi anche nella gestione provinciale degli infermieri. Si susseguono incontri e riunioni per un accordo quasi raggiunto manca solo l’ok della cisl. Sembrerebbe che la cosa si chiude tra natale e capodanno durante un incontro segretissimo a casa del segretario provinciale cisl Nicola Cristiani con il segretario uscente dell’IPASVI Pino Letizia.

     

    Durante il summit segretissimo viene raggiunto l’accordo. Letizia garantisce a Cristiani due posti nel consiglio direttivo dando l’ok per l’ingresso in consiglio ai suoi uomini più fidati il dottor Franco Crisci (già precedentemente piazzato dallo stesso Cristiani alla direzione della scuola universitaria degli infermieri con il placet di Menduni) e Raffaele Ciaramella dominus cisl su Piedimonte Matese. L’accordo deve restare segreto ma i contatti incrociati della campagna elettorale ne fanno invece venire a galla tutti i particolari e subito scoppiano le prime scintille con l’innesco di toni abbastanza accesi anche oltre le righe. Gli iscritti sono mobilitati in massa e da una media di 300 votanti degli anni precedenti, vanno a votare oltre 1700 persone.

     

    La tensione è alle stelle già all’apertura delle urne. La presidente Concetta Galasso per garantire la regolarità del voto procede a rilento, trascorrono quattro lunghissime per leggere tutte le preferenze scritte sulle schede. La presidente aveva già avuto il sentore che qualcosa non andasse, interrompendo più volte le operazioni di spoglio. Evidentemente avuto contezza che durante la notte tra giovedì e venerdì l’urna fosse stata aperta e le schede manomesse, non ci ha pensato su e ha chiamato i carabinieri presentando un dettagliato esposto di quanto accaduto rivelando inoltre ogni retroscena sugli intrecci oscuri di cui era venuta a conoscenza.

    PUBBLICATO IL: 19 gennaio 2013 ALLE ORE 17:25