Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    BLITZ in un caseificio casertano: formaggio ammuffito e latte di dubbia provenienza


      L’operazione eseguita dai Nas di Caserta fa parte di un’operzione nazionale tesa al controllo delle aziende caseare in Lazio e in Emilia Romagno CASERTA – Il Nas di Caserta ha individuato un’azienda lattiero casearia della provincia in precarie condizioni igienico sanitarie e strutturali: assenza di locali adibiti sia a deposito di prodotti finiti che di […]

     

    L’operazione eseguita dai Nas di Caserta fa parte di un’operzione nazionale tesa al controllo delle aziende caseare in Lazio e in Emilia Romagno

    CASERTA – Il Nas di Caserta ha individuato un’azienda lattiero casearia della provincia in precarie condizioni igienico sanitarie e strutturali: assenza di locali adibiti sia a deposito di prodotti finiti che di materiale da imballaggio sia di celle frigo per lo stoccaggio momentaneo del formaggio, presenza di muffa e condensa diffuse sulla soffittatura.

    Nel corso dell’ispezione, i Carabinieri del Nucleo hanno accertato sia che l’attivita’ di vendita e produzione venivano svolte nei medesimi locali sia l’utilizzo di latte di ignota provenienza. L’Azienda Sanitaria Provinciale, intervenuta sul posto su richiesta del Nas operante, ha disposto il sequestro di oltre una tonnellata di latte di bufala e la sospensione dell’attivita

    PUBBLICATO IL: 2 maggio 2013 ALLE ORE 10:11