Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Bimbo vola da un’altalena e si frattura una mano, i genitori citano il Comune in giudizio. Ma la piazzetta non è ancora sicura


        L’incidente è avvenuto, quasi sei mesi fa, nella cosiddetta “piazzetta della rampa” sita in zona Madonna della Libera, al fianco della omonima chiesa “nuova”   MARCIANISE – Quasi sei mesi fa, a settembre scorso, un 12enne cadeva da un’altalena fatiscente della “piazzetta della rampa” di Marcianise, fratturandosi la mano destra. La famiglia della vittima, […]

     

     

    L’incidente è avvenuto, quasi sei mesi fa, nella cosiddetta “piazzetta della rampa” sita in zona Madonna della Libera, al fianco della omonima chiesa “nuova”

     

    MARCIANISE – Quasi sei mesi fa, a settembre scorso, un 12enne cadeva da un’altalena fatiscente della “piazzetta della rampa” di Marcianise, fratturandosi la mano destra.

    La famiglia della vittima, considerata l’evidenza della pessima manutenzione degli arredi della piazza destinati al gioco, che aveva causato la caduta e il ferimento del bambino, si rivolse allora ad un avvocato e chiese al Comune di Marcianise di essere risarcita dei danni subiti, quantificati nella cifra di 5mila euro circa.

    Da allora, e, ripetiamo, sono passati diversi mesi, nessuno, dal Municipio di piazza Umberto I, ha mai contattato la famiglia, tanto che, proprio in questi giorni, il legale al quale la stessa si è rivolta ha deciso di adire le vie legali depositando un atto di citazione verso il Comune di Marcianise presso l’ufficio del Giudice di Pace.

    Un caso, questo, che si va ad aggiungere alla già ingente mole di contenziosi cui l’ente locale deve far fronte, di cui non abbiamo mancato di parlarvi IN QUESTO ARTICOLO.

     

     

    Eppure non è finita qui. La vera notizia, quello che sconvolge letteralmente, è che, dopo tutto questo tempo, è nonostante l’episodio del ferimento, l’altalena è rimasta esattamente com’era. Sarebbe stato necessario, innanzitutto per la salvaguardia degli altri avventori della piazza, e, in secondo luogo, nell’interesse meramente economico del Comune di Marcianise, che dovrebbe sborsare altri soldi se in quel luogo si verificasse un nuovo sinistro, mettere in sicurezza l’area, in prima battuta chiudendo al pubblico la piazzetta o, almeno, recintando l’altalena pericolosa, e poi provvedendo ad aggiustare o sostituire la stessa.

    Nulla di tutto questo è stato fatto. Le foto che vi mostriamo a corredo dell’articolo sono state scattate all’epoca dell’incidente occorso al 12enne, per documentare lo stato di pericolosità degli arredi dello spazio verde comunale. Se andate adesso in quella piazzetta, e potete farlo a qualsiasi ora del giorno e della notte, dato che ormai non c’è neanche più un custode che ne apra e chiuda i cancelli, non noterete, rispetto a queste foto, alcuna differenza.

     

     

    E pensare che siamo parlando di uno spazio, questo “della rampa”, per la riqualificazione del quale, appena tre anni fa, nel 2011, dalle casse comunali uscirono fior fior di quattrini: furono spesi circa 48mila euro totali, 18mila dei quali solo per la parabolica da skate in cemento armato e 5mila per i due tavoli in cemento di ping pong . Furono poi risistemati la pavimentazione, i batti-skate in legno, il cancello d’ingresso con i pilastrini , i cestini dell’immondizia, la fontana, i dondoli, il castello, la giostrina circolare, i cavallucci, la recinzione, il manto d’erba e tanto altro.

    Allora la piazzetta fu affidata ad un’associazione che praticava lo skateboard, ora é incustodita e versa nell’incuria più totale.

    Ciononostante, la piazzetta è ancora molto frequentata dai giovanissimi, e, con l’entrata della bella stagione, prossima ad arrivare, lo sarà ancor di più.

    Quando si degneranno di andare a mettere in sicurezza i giochi, quando qualche altro bambino si farà male?

    Maria Concetta Varletta

    PUBBLICATO IL: 22 febbraio 2014 ALLE ORE 16:00