Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Baia Domizia, tentano di rubare le auto dei turisti: padre e figlio arrestati dopo inseguimento e colluttazione


        L’intervento immediato dei carabinieri della locale stazione. Un coraggioso militare si è gettato nell’auto dei ladri entrando dal finestrino. Ha girato il volante provocando l’uscita di strada del veicolo SESSA AURUNCA – In località Baia Domizia i Carabinieri della locale stazione hanno arrestato, in flagranza dei reati di furto aggravato e lesioni e […]

     

     

    Nelle foto, la refurtiva e gli attrezzi sequestrati dai carabinieri e l’auto del rapinatore

    L’intervento immediato dei carabinieri della locale stazione. Un coraggioso militare si è gettato nell’auto dei ladri entrando dal finestrino. Ha girato il volante provocando l’uscita di strada del veicolo

    SESSA AURUNCA – In località Baia Domizia i Carabinieri della locale stazione hanno arrestato, in flagranza dei reati di furto aggravato e lesioni e resistenza a pubblico ufficiale  il cittadino serbo Hadzovic Zoran 45enne, censito alla banca dati forze di polizia e il figlio minore, entrambi residenti a Giugliano.

    Nella circostanza una pattuglia dei carabinieri ha sorpreso i due mentre forzavano un auto parcheggiata. Alla vista dei carabinieri, padre e figlio, saliti a bordo dell’autovettura condotta da Zoran, hanno tentato di darsi a precipitosa fuga venendo però immediatamente bloccati dopo una rocambolesca e concitata colluttazione dai militari dell’Arma.

    In particolare uno dei carabinieri intervenuti, avvicinatosi ai fuggitivi, attraverso il finestrino del conducente è riuscito ad afferrare il volante del mezzo facendolo così sterzare indirizzando la macchina contro una rete metallica posta sul ciglio della strada dove si è bloccato. All’interno dell’auto sono stati rinvenuti oggetti atti allo scasso e diverso materiale quali capi di abbigliamento provento di altri due furti commessi poco prima. L’autovettura e gli arnesi sono stati sottoposti a sequestro, mentre il materiale rinvenuto è stato restituito agli aventi diritto.  Hadzovic Zoran è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della stazione di Sessa Aurunca e il figlio, invece, è stato tradotto presso il carcere minorile di Napoli, in attesa della celebrazione rito direttissimo. Inoltre sono in corso ulteriori mirati accertamenti volti a ricondurre ai due numerosi furti di e in autovetture perpetrati in area domitia negli ultimi due mesi.

    PUBBLICATO IL: 2 luglio 2013 ALLE ORE 9:43