Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    AVERSA / PASTICCERIA PELOSI: "I miei dolci sono freschi. Ecco le irregolarità ravvisate dai Nas"


    Pubblichiamo integralmente la precisazione difensiva dei titolari della storica pasticceria normanna. Ma ripubblichiamo anche il comunicato stampa dei Carabinieri che è l’unico documento ufficiale da cui abbiamo attinto per la notizia   LA LETTERA - Gentile direttore, in relazione a quanto apparso sui più importanti portali casertani nelle ultime ore – tra cui anche il […]

    Nella foto, la pasticceria Pelosi

    Pubblichiamo integralmente la precisazione difensiva dei titolari della storica pasticceria normanna. Ma ripubblichiamo anche il comunicato stampa dei Carabinieri che è l’unico documento ufficiale da cui abbiamo attinto per la notizia

     

    LA LETTERA - Gentile direttore, in relazione a quanto apparso sui più importanti portali casertani nelle ultime ore – tra cui anche il suo – circa quanto accaduto alla Pasticceria Pelosi di Aversa mi sento in dovere, soprattutto nei confronti dei mie numerosi clienti, di dare alcune delucidazioni in merito:
    – Vero è che diversi giorni fa la Pasticceria Pelosi di Aversa ha ricevuto un controllo da parte dei NAS di Caserta in seguito al quale sono state riscontrate alcune infrazioni, che certamente riconosciamo.

    Tuttavia, mi preme specificare quali siano le “ infrazioni” che ci vengono contestate. Ebbene, il controllo dei NAS ha riguardato l’intero laboratorio di pasticceria, nel quale sono presenti cinque celle frigorifere , delle quali una di esse, e ripeto una di esse su cinque presenti, non risultava a norma; non so se ha presente quei pozzetti che si trovano molto spesso nelle abitazioni di chiunque, proprio quelli!! Dunque, non essendo “a norma” il pozzetto, poiché non riportava il “termometro controllo”, i NAS hanno ben pensato di sequestrarne il contenuto – circa trenta Kg di dolci su 400 Kg presenti al momento del controllo.

    Gli stessi NAS, poi, hanno specificato nel verbale che i dolci sequestrati , 30 Kg su 400 KG, risultavano essere “freschi”. Questa prima precisazione serve a fugare ogni dubbio circa presunti “difetti” dei nostri prodotti, che in cent’anni di attività non sono mai stati messi in discussione e a chiarire che seppure il comunicato diffuso dai NAS parla di dolci sequestrati si dovrebbe piuttosto parlare di cella frigorifera sequestrata unitamente al suo contenuto – dolci freschi;
    – Quanto poi alla conseguenziale visita dell’ASL di Aversa, mi preme chiarire ulteriori aspetti: il laboratorio posto sotto sequestro amministrativo, atto inevitabile in quel momento, si è verificato per le seguenti ragioni: mancanza di carta igienica nel servizio esterno, mancanza di una porta antibagno, mancanza del dosatore porta sapone a muro (presenza del solo dosatore liquido), mancanza di uno specchio. Inoltre, l’ASL di Aversa prescriveva alla Pasticceria Pelosi per il dissequestro del laboratorio: la tinteggiatura delle pareti e del soffitto dello stesso laboratorio, la coibentazione della canna fumaria del forno, oltre a rimediare alle carenze sopra descritte relative ai servizi.

    Ebbene, in tre giorni e in tre notti, tutte le prescrizioni dell’ASL sono state adempiute per far si che nella prima mattinata di oggi, festa di San Giuseppe, giornata importantissima per una pasticceria, si possa ottenere l’agibilità del laboratorio. Le carenze igienico sanitarie – termine quanto mai ambiguo e aperto ad ogni tipo di interpretazione – sono, mi passi il termine, tante piccole “sciocchezze”, che messe assieme, hanno comportato il sequestro del laboratorio.
    Mi auguro, a nome della Famiglia Pelosi, che questo doveroso chiarimento venga pubblicato con la stessa solerzia con cui è stata pubblicata una notizia estremamente dannosa alla nostra immagine e comunque solo in minima parte vera.
    Distinti Saluti
    Felice Pelosi

     

    LA REPLICA DI CASERTACE - Prendiamo atto delle precisazioni della pasticceria Pelosi di Aversa, che, come sempre capita a Casertace sono state pubblicate fino all’ultima sillaba. Naturalmente, va da sé che il comunicato stampa dei Carabinieri, istituzione che con tutto il rispetto della centenaria pasticceria Pelosi è un pò più antica ed autorevole, per noi rappresenta un punto di riferimento per una corretta e veritiera ricostruzione dei fatti accaduti. Ed è per questo che, dopo la lunga e articolata lettera della pasticceria Pelosi, noi ripubblichiamo integralmente il comunicato stampa dei carabinieri giuntoci ieri sera.

     

    PUBBLICATO IL: 19 marzo 2013 ALLE ORE 9:48