Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Aversa / Pasquale Giuliano suona la campanella e i 4 moschettieri ex An devono arrendersi. Parcheggi in house per un anno. Ma, fidatevi, il vero problemo tra loro e Sagliocco non è questo


      Come era largamente preventivabile, il senatore, sotto elezioni politiche non avrebbe mai spinto alle estreme conseguenze la guerra scatenata da Pizzi, Dello Vicario, Della Valle e Galluccio, nei confronti del sindaco. Aversa – I problemi e le necessità dei vari Massimo Pizzi, Dello Vicario, Galluccio e Della Valle non sono certo in cima alle […]

    Nelle foto, da sinistra, Massimo Pizzi, Pasquale Giuliano e Gianpaolo Dello Vicario

     

    Come era largamente preventivabile, il senatore, sotto elezioni politiche non avrebbe mai spinto alle estreme conseguenze la guerra scatenata da Pizzi, Dello Vicario, Della Valle e Galluccio, nei confronti del sindaco.

    Aversa – I problemi e le necessità dei vari Massimo Pizzi, Dello Vicario, Galluccio e Della Valle non sono certo in cima alle priorità di Pasquale Giuliano e di Nicola Golia. I quali, fino ad un certo punto possono avallare le posizioni di rottura dei 4 nei confronti di Sagliocco. Poi, siccome il gioco è bello se dura poco, suona la campanella e Giuliano fa capire ai 3 consiglieri ex An, che gli altri del gruppo non possono seguirli fino alle estreme conseguenze.

    Anche perchè, a questa barzelletta delle strisce blù della volontà leonina di riesternalizzare il servizio, ci credono in pochi, dato che è evidente che l’argomento sia stato scelto, con una certa abilità da Pizzi, Dello Vicario, Della Valle e Galluccio, perchè sapevano che su questo terreno avrebbero potuto trovare intese con gli altri consiglieri del gruppo di ispirazione forzista.

    Dunque, quando stamattina, martedì, è arrivato il via libera di Giuliano e Golia alla gestione in House, dunque, pubblica dei parcheggi, i 4 moschettieri hanno capito che l’arma strumentale era definitivamente spuntata. Un pò di “ammuina“, giusto per far vedere e poi, via a studiare altre trappole e altre mine da piantare sotto i piedi di Sagliocco.

    Insomma, un’operazione strumentale finalizzata solo a creare difficoltà ad un sindaco, diciamocela tutta non consente più che vengano realizzate le stesse operazioni che venivano realizzate ai tempi di Ciaramella e che certo non erano in contrasto con gli interessi di Pizzi, Della Valle e compagnia. Ora, se c’è ancora qualcuno che, continuando nella malsana abitudine di non leggere Casertace, non conosce quali fossero queste operazioni, provvederemo a ricordarglielo, naturalmente a gentile richiesta.

    Per il momento, l’aventino finisce qui, ma è chiaro che Pizzi, Dello Vicario, Della Valle e Galluccio, tenteranno ancora , come detto prima, di creare difficoltà al sindaco.

    G.G.

     

     

     

    PUBBLICATO IL: 13 novembre 2012 ALLE ORE 17:01