Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Suonavano al citofono e se in casa non c’era nessuno, entravano e la ripulivano di oro e oggetti preziosi


      L’operazione eseguita dai carabinieri della Compagnia di Marcianise MARCIANISE – I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Marcianise, nella mattinata odierna, hanno dato esecuzione ad un ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa dal Giudice Per le Indagini Preliminari della procura della Repubblica di Napoli-Nord nei confronti dei pregiudicati: -  Giuseppe Avagnano, 42 anni […]

     

    L’operazione eseguita dai carabinieri della Compagnia di Marcianise

    MARCIANISE – I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Marcianise, nella mattinata odierna, hanno dato esecuzione ad un ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa dal Giudice Per le Indagini Preliminari della procura della Repubblica di Napoli-Nord nei confronti dei pregiudicati:

    -  Giuseppe Avagnano, 42 anni

    -  Mario Tenizio, 28enne,

    - Nicola Spisso, 33 anni ,

    I tre sono stati accusati di sette furti in abitazione commessi tra le province di Caserta e Napoli nel periodo compreso tra settembre ed ottobre 2013.

    Attraverso l’analisi del modus operandi è stato constato che erano soliti scegliere gli obiettivi “al momento”, ovvero, decidevano di irrompere all’interno delle abitazioni dopo una breve valutazione delle condizioni esterne dello stabile e dopo aver verificato l’assenza dei proprietari, limitandosi semplicemente a citofonare.

    Si è appreso, inoltre, che gli oggetti in oro asportati durante i furti sono stati “piazzati” attraverso il mercato nero.

    I tre, tutti pregiudicati per reati specifici, sono stati raggiunti nelle rispettive abitazioni dove già erano sottoposti agli arresti domiciliari poiché arrestati dagli stessi carabinieri in data 15 ottobre scorso a Cesa durante un furto in abitazione. In quella circostanza, gli abitanti della zona, accortisi dell’azione tempestiva ed efficace dei Carabinieri si sono adoperati fattivamente collaborando con i militari nella fase di cattura.

    L’intervento di oggi, mercoledì rappresenta un ulteriore risultato ottenuto in ordine al piano di contrasto ai reati contro il patrimonio sviluppato dalla Compagnia Carabinieri di Marcianise coordinata dal Comando Provinciale di Caserta.

    PUBBLICATO IL: 27 novembre 2013 ALLE ORE 10:51