Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    ASL, CAMORRA, RACCOMANDAZIONI, APPALTI – Il pentito Pirozzi tira in ballo decine di politici, anche casertani. ECCO I NOMI


      Emergono altri particolari nella vicenda giudiziaria che ha portato ieri all’arresto di politici, dirigenti Asl e fiancheggiatori e adepti dei Belforte. Spuntano i ruoli anche di Cosentino, Grimaldi (non indagato) e….   CASERTA – Nelle circa 160 pagine dell’ordinanza di custodia cautelare emessa a carico di 13 indagati per lo scandalo Asl Caserta, non […]

     

    Nelle foto, da sinistra, Massimo Grimaldi, Giggino Cesaro e Nicola Pagano

    Emergono altri particolari nella vicenda giudiziaria che ha portato ieri all’arresto di politici, dirigenti Asl e fiancheggiatori e adepti dei Belforte. Spuntano i ruoli anche di Cosentino, Grimaldi (non indagato) e….

     

    CASERTA – Nelle circa 160 pagine dell’ordinanza di custodia cautelare emessa a carico di 13 indagati per lo scandalo Asl Caserta, non ci sono solo intercettazioni ambientali e telefoniche, ma anche le dichiarazioni dei vari pentiti di camorra che hanno delineato un quadro aberrante sui rapporti tra clan, politica e mondo della Sanità Pubblica.

    Uno dei collaboratori di giustizia più attendibili che ha consentito ai pm della Dda di ricostruire l’intera vicenda Asl, è Giuliano Pirozzi, il quale decise spontaneamente di collaborare con i magistrati, costituendosi alle forze dell’ordine, in quanto su di lui pendeva una condanna a morte dei clan, poichè accusato di aver prelevato soldi dalla cassa della camorra senza esserne autorizzato.

    Le sue esternazioni, scrivevamo sono state dichiarate attendibili riguardo i rapporti tra il clan Mallardo di Giugliano e i Casalesi, in quanto l’autorità giudiziaria ha espletato le opportune verifiche. Giuliano Pirozzi, figlio di Domenico Pirozzi ex funzionario dell’Asl di Pozzuoli racconta una storia di intrecci particolari tra clan e funzionari della Sanità Pubblica, spiegando nella fattispecie ruoli, rapporti e modus operandi di politici casertani e non solo che ruotano attorno al mondo Asl e anche all’ospedale Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta città.

    Al di là della vicenda giudiziaria che ha portato all’arresto del consigliere regionale del Pdl, Angelo Polverino, Pirozzi palesa e spiega le decisioni assunte da Nicola Cosentino rispetto alla figura dirigenziale di Francesco Bottino, rispetto all’azzeramento o alle turnazioni dei dirigenti dell’Asl di Caserta, nonchè i tatticismi e le conseguenti relazioni di esponenti, quali Massimo Grimali, Stefano Caldoro, Giggino Cesaro e via discorrendo.

    Potrete leggere tutto nello stralcio dell’ordinanza che pubblichiamo qui sotto. 

     

    PUBBLICATO IL: 8 novembre 2013 ALLE ORE 11:55