Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    ASL, APPALTI, CAMORRA E POLITICA – Peppe Gasparin: “Caputo ha avallato le proroghe alla New Splash di Grillo. Proprio lui non deve parlare”


      Qui sotto, in calce all’articolo, le due pagine che contengono una intercettazione telefonica del dirigente Asl che, presumibilmente, così reagisce alle dure prese di posizione di quei giorni del Presidente, targato Pd, della commissione trasparenza del consiglio regionale della Campania   CASERTA - Nell’ordinanza dei 13 arresti per lo scandalo degl affidamenti dell’asl di […]

    Nelle foto Gasparin, Grillo e Caputo

     

    Qui sotto, in calce all’articolo, le due pagine che contengono una intercettazione telefonica del dirigente Asl che, presumibilmente, così reagisce alle dure prese di posizione di quei giorni del Presidente, targato Pd, della commissione trasparenza del consiglio regionale della Campania

     

    CASERTA - Nell’ordinanza dei 13 arresti per lo scandalo degl affidamenti dell’asl di Caserta, ci sono dei passi che danno un senso a una serie di avvenimenti che al tempo affollavano le pagine dei giornali e rispetto ai quali si registravano delle razioni che, oggi, per effetto delle intercettazioni telefoniche e ambientali, ordinate dagli inquirenti, si riescono a comprendere, a registrare, fornendo a chi si occupa di cronaca politica come noi, delle chiavi di lettura nuove, originali.

    Ricordiamo bene, ad esempio, una dura presa di posizione del consigliere regionale del Pd Nicola Caputo, Presidente della Commissione Trasparenza del consiglio regionale, sulle vicende dell’Asl di Caserta, anche in relazione a quella scatenata dall’articolo di casertace sulla mostruosa liquidazione di 800 mila euro e passa alla New Splash della famiglia Grillo.

    Ebbene, alle pagine 54 e 55 dell’ordinanza è pubblicata una intercettazione in cui il dirigente dell’Asl Giuseppe Gasparin, uno dei 13 arrestati, afferma, presumibilmente a commento della presa di posizione di Caputo, di aver portato ad un giornalista documenti riguardanti le proroghe date alla New Splash. Documenti, che, evidentemente, quel giornalista non pubblicò, dato che gli unici a parlare diffusamente e spesso delle proroghe erano “i fessi” di Casertace. Proroghe che, secondo Gasparin  erano state avallate da Nicola Caputo il quale, sempre stando a quello che dichiara il dirigente Asl sotto intercettazione, per questo motivo ” non deve parlare “.

    G.G.

    ECCO LE PAGINE DELLE INTERCETTAZIONI

     

    PUBBLICATO IL: 9 novembre 2013 ALLE ORE 18:31