Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    CAMORRA – Arrestato dai Carabinieri pericoloso latitante dei Casalesi


    L’operazione è stata eseguita dai militari del Comando provinciale di Napoli. Rosario Esposito si è reso responsabile dell’omicidio di Nicola Di Maio. Dovrà scontare oltre 22 anni di Reclusione CASERTA - I carabinieri del Comando provinciale di Napoli alle prime ore del mattino hanno arrestato il latitante Rosario Esposito, cinquaduenne napoletano, affiliato al clan dei Casalesi, […]

    Nella foto Rosario Esposito

    L’operazione è stata eseguita dai militari del Comando provinciale di Napoli. Rosario Esposito si è reso responsabile dell’omicidio di Nicola Di Maio. Dovrà scontare oltre 22 anni di Reclusione

    CASERTA - I carabinieri del Comando provinciale di Napoli alle prime ore del mattino hanno arrestato il latitante Rosario Esposito, cinquaduenne napoletano, affiliato al clan dei Casalesi, fazione dei Bidognetti, ricercato dal 2009 perche’ colpito da quattro ordini di carcerazione, dovendo espiare oltre 22 anni di reclusione in ordine ai reati di associazione di tipo mafioso e inerenti agli stupefacenti, gia’ proposto per l’inserimento nella lista dei latitanti di massima pericolosita’.

    Esposito era ricercato anche perche’ destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa su richiesta della Procura di Napoli-Direzione Distrettuale Antimafia, in quanto ritenuto uno dei componenti del commando che, il 6 settembre 2002, a Castel Volturno, si rese responsabile dell’efferato omicidio di Nicola Di Maio, secondo la ricostruzione dei fatti prima raggiunto da diversi colpi d’arma da fuoco e poi dato alle fiamme.

    L’arresto segue di pochissime ore quello eseguito a Giugliano in Campania dalla Compagnia Carabinieri di Giugliano nei confronti del diciannovenne Vincenzo Licciardi, figlio di Pierino, allo stato detenuto al regime del 41 bis, nipote del defunto boss del clan Licciardi, Gennaro detto ‘a scigna’. Il provvedimento scaturisce da un decreto di fermo emesso dalla procura della Repubblica di Napoli per il tentato omicidio di Jose’ Virgilio Portolatin Cruz , commesso a seguito di una lite sorta per futili motivi in una discoteca del capoluogo in piazza Cavour lo scorso 31 marzo. Salgono cosi’ a 11 i latitanti assicurati alla giustizia dai Carabinieri del Comando Provinciale di Napoli dall’inizio dell’anno

    PUBBLICATO IL: 25 maggio 2013 ALLE ORE 17:54