Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Scagionata la sarta accusata di aver rubato vestiti griffati ad un suo cliente


        Il Gip Sergio Enea l’ha prosciolta accogliendo la richiesta di archiviazione presentata dal Pm De Renzis, che ha accolto le tesi dell’avvocato difensore Raffaele Gaetano Crisileo BAIA E LATINA - Il Giudice per l’Udienza Preliminare del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, Sergio Enea, ha accolto la richiesta di archiviazione del Pubblico Ministero, Francesca De […]

     

     

    Il Gip Sergio Enea l’ha prosciolta accogliendo la richiesta di archiviazione presentata dal Pm De Renzis, che ha accolto le tesi dell’avvocato difensore Raffaele Gaetano Crisileo

    BAIA E LATINA - Il Giudice per l’Udienza Preliminare del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, Sergio Enea, ha accolto la richiesta di archiviazione del Pubblico Ministero, Francesca De Renzis del locale Ufficio di Procura, per la signora Pierina Crispina, originaria e domiciliata a  Baia Latina dove gestisce una nota sartoria  con diverse sedi nell’alto casertano e titolare del marchio ” La baia del diablo”.

    Con l’utilizzo di questo marchio si producono e vengono firmati capi di maglieria intima per uomo e donna . La titolare della sartoria  era stata iscritta nel Registro degli indagati, un anno fa,  e doveva rispondere del reato di “appropriazione indebita”, in quanto era stata querelata  da un suo cliente di Pietramelara che, nella denunzia, presentata ai carabinieri del luogo,  aveva accusato la donna di non avergli restituiti i propri abiti, firmati, sostituendoli con degli altri.

    La difesa, rappresentata dall’avvocato Raffaele Gaetano Crisileo, dal principio aveva sostenuto che la sarta Pierina Crispino non aveva mai operato nessun tipo di scambio e che il cliente, forse, aveva commesso un errore di valutazione. A questo punto il Gup ha archiviato il caso.

     

    PUBBLICATO IL: 4 gennaio 2013 ALLE ORE 12:23