Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    IL VIDEO / 6 denunciati – Scandalo alla Motorizzazione, mazzette per esami sostenuti da persone diverse dai neo patentati


    Il provvedimento eseguito a conclusione di una mirata indagine dei carabinieri della Stazione di San Nicola La Strada   Caserta –  I Carabinieri della stazione di San Nicola la Strada, sotto la guida del comandante, Luogotenente Pio Francesco Marino, a conclusione di una mirata attività di indagine, hanno deferito, in stato di libertà, per il reato […]

    Il provvedimento eseguito a conclusione di una mirata indagine dei carabinieri della Stazione di San Nicola La Strada

     

    Caserta –  I Carabinieri della stazione di San Nicola la Strada, sotto la guida del comandante, Luogotenente Pio Francesco Marino, a conclusione di una mirata attività di indagine, hanno deferito, in stato di libertà, per il reato di sostituzione di persona e truffa in concorso, sei persone. L’indagine scaturita da una segnalazione del direttore dell’Ufficio Provinciale della Motorizzazione Civile di Caserta, ha permesso di smascherare un vera e propria truffa architettata da un disoccupato che, improvvisandosi collaboratore di una avviata scuola guida di Castel Volturno, dietro una richiesta di compenso di 2500,00 euro prometteva di far conseguire la patente di guida senza dover sostenere alcun esame. Infatti al posto degli aspiranti compiacenti, si sarebbero presentate altre persone che, utilizzando i documenti di riconoscimento dei veri esaminandi ne avrebbero sostenuto al loro posto le prove. Tutto stava andando liscio fino a quando, però, la richiamata segnalazione ha dato il via all’attività dell’Arma che ha portato alla risoluzione del rebus ed al deferimento del gruppo. Durante un controllo, effettuato il 15 novembre scorso, gli attori della farsa, tentavano di darsi alla fuga venendo però prontamente bloccati dai militari dell’Arma che, accertavano che citati soggetti in cambio di un compenso di 400,00 euro si erano prestati all’ignobile scambio. Nella circostanza, oltre alla documentazione probante sono stati sequestrati anche due telefonini cellulari. Le indagini da parte del Luogotenente Marino e dei suoi uomini continuano al fine di verificare se con lo stesso modus operandi siano stati commessi altri illeciti.

    PUBBLICATO IL: 24 novembre 2012 ALLE ORE 14:25