Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Zinzi mette d’accordo Comune di Capua e Asl di Napoli: il Gassificatore si farà


    Stamattina, mercoledì, la riunione in Provincia, tra tutte le componenti. Comune e Asl hanno ribadito le loro posizioni e rivendicano la proprietà. Sarà contenzioso, ma questo non fermerà l’opera, dato che i soldi per l’acquisto del terreno saranno custoditi su un conto fruttifero intestato al commissario straordinario Di Natale e saranno dati a chi i […]

    Nelle foto, da sinistra, Ernesto Esposito Michele Di Natale, Carmine Antropoli e Domenico Zinzi

    Stamattina, mercoledì, la riunione in Provincia, tra tutte le componenti. Comune e Asl hanno ribadito le loro posizioni e rivendicano la proprietà. Sarà contenzioso, ma questo non fermerà l’opera, dato che i soldi per l’acquisto del terreno saranno custoditi su un conto fruttifero intestato al commissario straordinario Di Natale e saranno dati a chi i giudici daranno ragione.

    CASERTA - Non era una soluzione semplice. Ma alla fine è stata trovata. Zinzi e i suoi collaboratori ci hanno pensato molto in questi giorni. Sapevano benissimo che, stamattina, mercoledì, sia il Comune di Capua che l’Asl Napoli 1 avrebbero rivendicato il titolo di proprietà sul terreno che dovrà accogliere il nuovo Gassificatore.

    Occorreva una soluzione per rendere tranquillo l’investimento miliardario che chi si aggiudicherà la gara dovrà realizzare. E la soluzione è stata trovata attraverso la garanzia del commissario straordinario per la realizzazione dell’impianto, Michele Di Natale, il quale custodirà su un conto a lui intestato l’importo per l’acquisto del terreno che verrà poi consegnato a chi tra il comune di Capua e l’Asl Napoli 1 si aggiudicherà il contenzioso.

    Insomma questo permette di impermeabilizzare, rispetto alla realizzazione dell’opera, il problema del titolo di proprietà che, probabilmente era stato sollevato e fomentato strumentalmente da chi quest’opera non vuole, non per amore dell’ambiente, ma per dispetto rispetto all’amministrazione comunale.

    G.G.

    QUI SOTTO IL TESTO INTEGRALE DEL COMUNICATO STAMPA DELL’AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE SULLA RIUNIONE DI STAMATTINA

    Le procedure per la realizzazione dell’impianto di trattamento termico dei rifiuti mediante gassificazione nel comune di Capua continueranno senza intoppi. E’ questo l’esito dell’incontro convocato stamani, mercoledì, presso la sede della Provincia di Caserta dal presidente dell’Ente, Domenico Zinzi, e che ha visto al tavolo il sindaco di Capua, Carmine Antropoli, i rappresentanti della direzione generale dell’Asl Napoli 1, il commissario straordinario per l’impianto di gassificazione della Provincia di Caserta, Michele Di Natale, e il direttore generale della Provincia, Raffaele Picaro, tutti riuniti per affrontare la questione relativa all’incertezza della proprietà del terreno, che vede contrapposti l’Asl Napoli 1 e il Comune di Capua.

    A tale esito positivo si è giunti in quanto le parti intervenute hanno manifestato la propria disponibilità a cooperare con il commissario straordinario per gli atti che riterrà opportuno compiere in vista della realizzazione del gassificatore, accettando la perizia estimativa redatta per decretare il valore del terreno. In particolare l’Asl Napoli 1, nell’affermare il diritto di proprietà dell’area su cui sorgerà l’impianto, ha annunciato l’intenzione di esercitare nelle sedi opportune un’azione di rivendica.

    Tale atto, però, non andrà ad inficiare in nessun modo l’iter di realizzazione del gassificatore in quanto è stata prevista, ed accettata dalle parti, una modifica della convenzione sottoscritta dal commissario e dal Comune di Capua limitatamente al punto in cui si fa riferimento al titolare del terreno, specificando che esso sarà individuato al termine del contenzioso in atto tra Comune di Capua e Asl Napoli 1. In tal senso è stato disposto che il corrispettivo derivante dall’acquisizione del fondo sarà versato su un conto corrente intestato al commissario straordinario e poi pagato alla parte in causa che risulterà effettiva proprietaria.

    Nel corso dell’incontro il Comune di Capua ha precisato che “il valore estimativo risulta quantificato come da apposita perizia solo all’esito della procedura di valorizzazione del terreno, trasformato da zona agricola a zona industriale dall’Amministrazione. Nel caso in cui dovesse essere accertata la titolarità del bene in capo all’Asl, il Comune si riserverà di attivare tutte le procedure giudiziarie per conseguire adeguata indennità remunerativa nei confronti dell’Asl stessa”.

    “Ho voluto mettere tutti i soggetti interessati attorno ad un tavolo – ha spiegato il presidente della Provincia di Caserta, Domenico Zinzi – per assicurare il prosieguo delle procedure di realizzazione del gassificatore di Capua, una struttura di fondamentale importanza per chiudere il ciclo integrato dei rifiuti e rendere definitivamente autonoma la nostra provincia. L’obiettivo dell’incontro è stato raggiunto in quanto il Comune di Capua e l’Asl Napoli 1 hanno assicurato la piena collaborazione al commissario straordinario Di Natale, riservandosi di affrontare in altre sedi i contenziosi relativi alla proprietà del terreno e non condizionando in alcun modo il buon esito dell’iter di costruzione dell’impianto”.

    PUBBLICATO IL: 10 aprile 2013 ALLE ORE 18:03